Verbo eccellere: il participio passato

Esistono dei verbi di cui pensiamo di conoscere bene la coniugazione, ma nel momento in cui ci viene chiesto un tempo in particolare, andiamo nel panico. Oggi è la volta del verbo eccellere e della sua coniugazione al participio passato. I dubbi che vengono possono essere causati anche dall’uso poco frequente che facciamo sia del verbo che del tempo, ma questo non vuol dire che non dobbiamo conoscere la coniugazione corretta. Oggi indossiamo le vesti di un dizionario della lingua italiana, dandovi la definizione corretta del verbo, la coniugazione e qualche esempio d’uso. Quando si ha un dubbio, mai fermarsi ma andare alla ricerca della soluzione.

Leggi anche: Come fare un buon tema: 19 errori di ortografia da evitare

Eccellere: il participio passato è eccelso

Prima di andare a coniugare il verbo eccellere vogliamo darvi la definizione che abbiamo trovato sul vocabolario Treccani. Voi vi starete chiedendo perché e la risposta è semplice, nel momento in cui incontriamo un verbo che usiamo poco di frequente e ne vogliamo conoscere la coniugazione è bene anche rispolverarne il significato in modo da essere certi nel momento in cui lo andiamo ad usare. La definizione è la seguente: “Superare tutti gli altri, distinguersi dagli altri per eminenti qualità” e possiamo anticiparvi che le forme composte del verbo sono rarissime. Tornando al nostro participio passato, la forma corretta è eccelso mentre quello presente è eccellente. 

Eccelso: qualche esempio d’uso

Per concludere la nostra giornata dedicata alla grammatica italiana, in particolare ai verbi, per fare in modo che assimiliate la forma corretta del participio passato del verbo eccellere è necessario fare qualche esempio d’uso per rafforzare la memorizzazione:

  1. Il canto eccelso del soprano ha emozionato tutta la platea;
  2. In quella situazione ti sei comportato in modo eccelso, i miei complimenti;
  3. E’ riuscito a vincere un premio di poesia, perché è eccelso nello scrivere versi poetici.

Potrebbe interessarti: