Minervaquia sapientiae dea appellata erat puellorum matronarumque operis praesidebat dearumque vestimenta texebat. Totius Graeciae puellae Minervam magistram vocabant sed in Lydia vivebat Arachne puella superba. Olim nymphae quoniam puellae Lydiae pulchra lina magnificasque telas viverant Arachnes operam laudabant et propter texturae peritiam obstupescebant. Puellae nymphae dixerunt:”Minerva magistra tua est quod magna est tuae operae peritia”. Tum Lydia puella magnam superbiam ostendit et deam ad pugnam lacessivit.

Traduzione

Minerva poichè era chiamata dea della sapienza, presiedeva alle opere delle fanciulle e delle matrone e tesseva le vesti delle dee. Le fanciulle di tutta la Grecia chiamavano maestra Minerva ma in Lidia viveva Aracne, una fanciulla superba. Una volta le ninfe, poichè (hai scritto viverant avevano vissuto :S ) avevano visto le magnifiche tele di prezioso lino, lodavano l’opera di Aracne e ammiravano la perizia della tessitura. Allora le ninfe dissero: “Minerva è tua maestra, perchè è grande la perizia della tua arte”. La fanciulla della Lidia allora mostrò grande superbia e sfidò in una gara la dea.