Persone come Mozart, Beethoven, Bach scrissero grandi componimenti e splendide opere che non avranno eguali in tutta la storia. Alcune musiche furono subito apprezzate e suonate nelle corti e nei palazzi dei più grandi signori, ad altre ci volle un po’ più di tempo per essere notate.
Nel mondo moderno, invece, ogni giorno nascono artisti (anche molto giovani e senza esperienza), che vengono lanciati nel business musicale grazie ad una canzone o ad una bella voce. Già dagli anni 60 incominciarono a sorgere i più stravaganti e molteplici generi di musica: rock, pop, metal e tanti altri.
In questo modo la musica classica fu pian piano accantonata diventando una passione solo per un pubblico adulto e non giovanile. Infatti, a volte, i genitori, e gli adulti in genere, giudicano la nostra musica un insieme di rumori assordanti pieni di parole, e messaggi, che si imprimono nella nostra mente e ci persuadono dai giusti valori della vita.
Noi ragazzi siamo abituati a sentire canzoni molto particolari e bizzarre, ma questo non vuol dire che ci lasciamo condizionare rispecchiando la persona o gli ideali descritti dal cantante. Da sempre la musica ha avuto un ruolo fondamentale nella vita dei giovani. È sempre stata una protesta contro l’intera società, e un modo per scappare da essa e dalla routine quotidiana.
Per questo si fanno molti concerti, che attirano gente da tutto il mondo; i concerti diventano un modo per stare insieme. Inoltre, la maggior parte di queste esibizioni devolve il ricavato in beneficienza.
Proprio nei concerti i giovani si divertono, si fanno sentire, protestano per le proprie opinioni e ideali, il bisogno di sfogarsi.
Negli anni passati i ragazzi manifestavano il loro disagio cambiando lo stile di  far musica, di vestirsi e di vivere la vita. Se la musica viene suonata per manifestare pacificamente, per aiutare la società e l’individuo tutti allora siamo favorevoli. La musica è in continua evoluzione, nessuno potrà mai immaginare i generi futuri, ma sappiamo con certezza che essa è in rapporto con la società e non può fare altro che aiutare a migliorarla.