Versione tradotta dell’Ode 1, 38 di Orazio

Persicos odi, puer, apparatus,
displicent nexae philyra coronae,
mitte sectari, rosa quo locorum
sera

moretur.

Simplici myrto nihil adlabores
sedulus, curo: neque te ministrum
dedecet myrtus neque me sub arta

uite bibentem.

Traduzione

Odio, fanciullo, gli allestimenti Persiani non mi piacciono le corone intrecciate di

tiglio smetti di cercare dove si trovi la rosa tardiva.
desidero che non ti affatichi per nulla ad aggiungere ornamenti

attorno al semplice mirto: il mirto va bene sia per te, mio servitore, che per me che bevo sotto un folto pergolato.

ORAZIO: VITA, VERSIONI TRADOTTE E OPERE

Scopri tutte le risorse per la traduzione delle versioni di Orazio e lo studio della lingua latina:


Se devi sostenere l'Esame di Maturità 2017, inoltre, non perderti le nostre guide: