Tesina di Maturità sulla Magia

La magia è una tematica generalmente poco considerata, se non addirittura ignorata e ritenuta degna solo di studi a carattere fantasioso o, in ogni caso, non scientifico; tutto ciò che ha attinenza con essa gode di scarsa considerazione a livello di approfondimento letterario, storico o filosofico dal momento che, il più delle volte, questo argomento è catalogato semplicemente come una forma di superstizione o di “favola”.

La presente trattazione si pone l’obiettivo di mettere in luce l’importanza che la magia, nelle sue varie forme, ha assunto nel corso dei secoli, a partire dagli albori della civiltà (basti pensare ai riti cui fanno riferimento le pitture rupestri di Lascaux in Francia) per giungere fino all’età contemporanea, con le teorie, sempre più diffuse e seguite, di presunte influenze esoteriche all’interno del regime nazista, tanto rilevanti da condizionare, secondo alcuni storici, e in particolare Giorgio Galli, Hitler nelle sue scelte durante la guerra. Sarà, inoltre, fondamentale prendere in esame questa tematica attraverso gli scritti di grandi autori classici, sia latini sia greci, a testimonianza di quanto il mondo antico fosse sensibile di fronte alle pratiche magiche, e di quanto anche i più grandi letterati fossero avvezzi a narrazioni di eventi soprannaturali, inspiegabili, contrari a una razionalità che già in età classica si imponeva come il modello di pensiero e di comportamento dominante. D’altra parte, già Nietzsche, nella sua “Nascita della tragedia”, mise in luce l’originario spirito dionisiaco che dominava la vita dei Greci, mostrando come la prevalenza del momento apollineo – razionale – non rispecchi la vera essenza del mondo classico.

Consulta il nostro speciale: Mappe concettuali Maturità

Leggi anche:

Tesina di Maturità sulla magia: collegamenti

Ecco gli argomenti trattati:

Maturità 2019: risorse utili

Se devi sostenere la maturità 2019, probabilmente ti serviranno questi link:

Se ha bisogno di altri consigli iscriviti al gruppo Facebook Maturità 2019: #esamenontitemo