Leo Gassmann: il figlio d’arte di X Factor

Il giovanissimo Leo Gassmann non poteva che essere immediatamente notato dalla giuria e dal pubblico di X Factor per il suo cognome famoso. Il ragazzo è, infatti, figlio dei famosi attori italiani Alessandro GassmannSabrina Knaflitz. Dopo aver superato egregiamente le fasi delle audizioni, dei bootcamp e degli Home Visit, nelle ultime settimane è possibile ascoltarlo ai Live del talent show di Sky nella categoria under uomini capitanata da Mara Maionchi. C’è da sottolineare, quindi, che Leo di sicuro non è rientrato nel programma perché è un figlio d’arte ma grazie alle sue doti canore e interpretative che ha espresso al meglio nella sua versione del brano “Kurt Cobain” di Brunori SAS.

Leo Gassmann: chi è ed età

Leo Gassmann è nato a Roma ed ha 19 anni. Nonostante sia cresciuto in una famiglia di attori, fin da bambino si è appassionato alla musica soprattutto a quella degli artisti americani. Da piccolo ha iniziato a studiare canto fino a portare a termine i suoi studi al Conservatorio di Santa Cecilia di Roma. I suoi generi preferiti sono il soul e il cantautorato italiano vecchio stile, entrambi perfetti per la sua timbrica. Attualmente Leo è un concorrente dei Live di X Factor e fa parte del team degli under uomini di Mara Maionchi. Musica a parte, il giovane cantante studia Affari Esteri all’Università americana di Roma e si dedica molto allo sport. Per quanti riguarda, invece, la vita privata pare non sia fidanzato almeno da quanto si evince dai numerosi contenuti che pubblica sul suo profilo Instagram!

Leo Gassmann: l’inedito

Si intitola “Piume” l’inedito che Leo Gassmann ha presentato. Con questa canzone il figlio d’arte del talent show ha fatto il suo debutto nel mondo discografico affermandosi come cantante a tutti gli effetti. Ecco il testo:

Hai sempre vissuto quel mondo pensando ai perché
Le guerre, i dolori, le favole.
Sei il disegno perfetto di quello che ho sempre cercato
anima fragile e senza peccato
Perchè il mondo con noi gira
non lo puoi negare mai
e se pure sarai lontana da me
ricorda me, che puoi vivere di me,
e tutto viene giù quando ti seguo
non ci sei e capirai che forse gli angeli son tutte rondini che migrano
per noi il mio sogno è dolore
quel mare infinito mi ha sempre cantato di te
il tempo le stelle le pagine
sei stata privata di ciò che era parte di te
e adesso fatichi a credere perchè
il mondo con noi gira
non lo puoi negare e se pure sarai lontana da me ricorda che puoi vivere di me
e tutto viene giù quando ti cerco non ci sei
e capirai che forse gli angeli sono tutte rondini che migrano con noi
mio sogno e dolore

Leggi anche: