Lavorare come orefice: quello che dovete sapere

State pensando al vostro futuro e tra le vostre passioni c’è quella dell’oro? E con oro intendiamo proprio quello da cui si possono creare gioielli. Se nel vostro futuro vi vedete nelle vesti di orefici dovete necessariamente coltivare questa passione e noi oggi vogliamo parlarvi dei corsi di oreficeria di cui siamo a conoscenza e delle opportunità che questo lavoro manuale e artigiano offre. Prima di addentrarci più a fondo nella questione, vogliamo però precisare che per poter fare questo tipo di lavoro occorrono, innanzitutto, tempo, buona volontà, manualità e passione per i gioielli. Non perdiamo altro tempo, andiamo a scoprire tutto su questo mestiere.

Leggi anche: Lavori artigianali redditizi, professioni da scoprire 

Come diventare orefice: i corsi da seguire

Per diventare orefici il primo passo è iscriversi all’istituto tecnico-professionale di industria e artigianato, più vicino a casa vostra, frequentarlo questo per cinque anni e prendere il diploma e la maturità, cercando di diplomarsi a pieni voti. Il passo successivo sarà seguire un corso di formazione professionale regionale, che può anche essere gratuito. Se potete, sfruttate il bando a vostra disposizione. Ci si può anche iscrivere a un corso offerto dall’agenzia formativa FORAL di Valenza, in  modo da specializzarsi maggiormente nella professione e fare più esperienza. Per finire, per mantenere la preparazione sempre aggiornata, sui nuovi prodotti ma anche su nuove nozioni, ci si può anche iscrivere a dei veri e propri corsi a pagamento come quelli offerti dalla Scuola delle Arti Orafe di Firenze oppure la Scuola dell’Arte della Medaglia di Roma. Ogni passione che si sceglie di seguire comporta dei sacrifici e delle rinunce, ma siamo solo noi a valutare se ne vale la pena, quindi prendete in considerazione tutti i nostri consigli e tirate le vostre somme.

Lavorare come orefice: le opportunità lavorative

Per concludere la nostra chiacchierata passiamo alla parte pratica, ovvero scoprire quali sono le opportunità di lavoro che questo percorso offre. Innanzitutto ci teniamo a dirvi che fare questo tipo di mestiere comporta il contatto con il pubblico, quindi dovete essere portati a questo tipo di interazioni ed essere pronti ad interfacciarvi con qualsiasi tipo di clientela. Appena avrete finito il vostro percorso di formazione potrete o aprire un laboratorio e dare sfogo alla vostra creatività e fantasia, oppure lavorare per altri orafi in attesa di crearvi un laboratorio che sia tutto vostro.

Non perderti: Come diventare make up-artist: scuola e studi