Lavorare come sistemista: tutto quello che dovete sapere

Se siete amanti dell’informatica e vi piace lavorare con tutti gli strumenti tecnologici e informatici, dovete rimanere con noi, mettervi comodi e leggere tutto quello che stiamo per comunicarvi sulla figura professionale del sistemista.  I sistemisti sono i tecnici che si occupano della manutenzione, della progettazione e dell’aggiornamento dei sistemi informatici. Per svolgere questo mestiere non serve necessariamente una laurea, piuttosto un buon attestato professionale, corsi specifici di aggiornamento e tanta passione per tutto ciò che fa parte del mondo dei computer. Anche da un punto di vista economico il discorso si fa interessante, gli stipendi, infatti, sono ottimi sia da freelance che da dipendenti. Scopriamo quindi cosa fa un sistemista, il percorso di studi e lo stipendio.

Lavoro di sistemista: di cosa si occupa

I sistemisti sono i tecnici che si occupano della manutenzione, della progettazione e dell’aggiornamento dei sistemi informatici. Questa è una definizione molto generica in quanto il discorso è molto più ampio; nello specifico si occupa di:

  1. Gestione dell’infrastruttura informatica, dei sistemi operativi e delle reti aziendali
  2. Installazione e configurazione di hardware e software
  3. Monitoraggio e analisi performance del sistema informatico e delle reti dati e/o fonia
  4. Manutenzione ordinaria dei sistemi
  5. Realizzazione di soluzioni di disaster recovery e business continuity
  6. Troubleshooting di problemi/guasti tecnici
  7. Supporto e assistenza allo staff per problematiche hardware e software

Le competenze da possedere per svolgere al meglio queste mansioni sono:

  1. Conoscenza dei componenti hardware e software di un sistema informatico
  2. Familiarità con i principali sistemi operativi: Linux, Unix, Windows, Android, Apple
  3. Competenza in ambito sistemistico
  4. Conoscenza di infrastrutture di networking
  5. Conoscenza in ambito IP, VOIP, ATM
  6. Conoscenza delle tecnologie in ambito cloud
  7. Conoscenza di tematiche di ICT security
  8. Basi di programmazione JAVA, C#, C++
  9. Capacità organizzative e gestionali
  10. Puntualità e precisione
  11. Doti comunicative e relazionali
  12. Capacità di analisi e troubleshooting
  13. Propensione alla risoluzione dei problemi.

Diventare sistemista: il percorso di formazione

Il percorso di studi da intraprendere è quello che riguarda il settore informatico. I titoli di studio più richiesti dai datori di lavoro sono: diploma di perito informatico o laurea inInformatica, Ingegneria Elettronica, Ingegneria Informatica. Sono molto utili corsi e certificazioni promossi da Cisco, Microsoft o Linux, molto richieste nel mondo IT sia a livello nazionale che internazionale.

Lavorare come sistemista: a quanto ammonta lo stipendio

A inizio carriera lo stipendio di un sistemista può arrivare a circa 20.000 euro all’anno. Nel corso della carriera sono previsti aumenti, a volte anche vertiginosi; ciò dipende dalla bravura e dal nome che ci si fa nel settore oltre che a certificazioni informatiche, tra cui la più nota è la CISCO, nei diversi livelli CCNA e CCNP, chi è in possesso di queste certificazioni trova lavoro più facilmente.

Potrebbe interessarti anche: Laurea in informatica: sbocchi, esami e facoltà