Travel blogger: come si guadagna viaggiando

Il travel blogger è uno dei lavori più adatti su cui puntare se si ama viaggiare e scoprire sempre posti nuovi. Chi fa questa professione esplora il mondo in lungo e in largo, spesso raggiungendo luoghi impervi e poco turistici oltre ad adattarsi ad ogni condizione culturale e climatica. L’obiettivo principale è documentare i viaggi su blog personali o profili social attraverso immagini, video, articoli e post in modo alternativo rispetto a come lo farebbe un turista medio. Attraverso tali contenuti i follower possono scoprire gli aspetti più affascinanti e inediti di ogni angolo del mondo e, magari, prendere spunto per i loro prossimi viaggi.

Leggi anche:

Travel blogger: la guida per diventare un professionista

Non basta aprire un blog e pubblicare le foto dei propri viaggi per diventare un travel blogger professionista. Ecco la guida con i consigli da seguire se si vuole diventare un vero punto di riferimento del settore:

  • individuare il bacino di utenza: una volta aperto il blog di viaggi bisogna individuare la fetta di lettori a cui rivolgersi e quindi specializzarsi in un determinato settore (viaggi di lusso, viaggi di coppia, in solitaria, in bicicletta, ecc.);
  • scegliere una lingua: la lingua inglese permette di avere un bacino di utenza molto più ampio ma, non si è abbastanza esperti, è consigliabile puntare sulla propria lingua madre per non cadere in errore;
  • scrivere contenuti di valore: i post di un blog di viaggio devono essere ricchi non solo di foto ma anche di contenuti accattivanti ed informazioni utili per eventuali spostamenti;
  • curare la SEO: per garantire il successo del blog bisogna curare necessariamente la SEO, ovvero tutte quelle attività finalizzate ad ottenere la migliore rilevazione, analisi e lettura del sito da parte dei motori di ricerca;
  • utilizzare i social: un buon travel blogger sfrutta in modo intelligente i social network per creare empatia con i propri follower, raccontando dal vivo i propri viaggi attraverso video e foto istantanee;
  • rispondere alle conversazioni: chi gestisce un blog deve rispondere sempre, possibilmente in tempo reale, alle comunicazioni dei lettori su propri canali.