Abbadare (composto di a e badare) è un verbo intransitivo appartenente alla prima coniugazione. Deriva dal latino medievale batare, ovvero stare a bocca aperta – questa l’etimologia del termine – e costituisce una variante antica e popolare, seppur frequentemente utilizzata anche il letteratura, del più diffuso badare.

Significato di abbadare

Il significato di abbadare corrisponde, quindi, a quello di avere cura di qualcuno o qualcosa; interessarsi (a, di); fare attenzione (a); dare importanza (a); tenere conto di qualcuno o qualcosa. Si può, ad esempio, abbadare alla casa o ai figli, ma anche agli affari, agli affetti e, più in generale, alle proprie cose.

Sinonimo di abbadare

Sinonimi del termine abbadare possono di essere considerati accudire, curare/ curarsi (di), custodire, assistere, fare caso (a), interessarsi (di), preoccuparsi (di), stare attento (a), occuparsi (di), dedicarsi (a), prendersi cura (di), considerare, controllare, dare peso (a), pensare (a), porre mente, sorvegliare, tenere d’occhio, vigilare (su) e così via.

Tra i contrari di abbadare, invece, trascurare, abbandonare, lasciare a sé stesso, disinteressarsi (di), ignorare, infischiarsene (fam.), lasciare perdere, negligere, bighellonare, oziare, tralasciare, glissare, passare sopra (a), sorvolare.

Coniugazione, il congiuntivo di abbadare

Le coniugazioni di alcuni verbi a volte ci mettono in crisi, e lo stesso accade per il termine abbadare che, seppur non troppo frequentemente, potremmo dover coniugare.

Il congiuntivo di abbadare è:

che io badi
che tu badi
che egli badi
che noi badiamo
che voi badiate
che essi badino

Frasi con abbadare

Esempi di utilizzo del verbo sono le frasi:

  • Io non credo nulla: abbado a far l’oste. (Manzoni)
  • Qualche cosa fatta durante il giorno, alla luce, senz’ abbadarci. (Pirandello)

Il significato di altri termini comuni, e non, lo trovi nello speciale: Cosa significa?