Coronavirus e Maturità 2020: gli ultimi aggiornamenti

Uno dei momenti più temuti dell’anno per gli studenti del quinto anno di liceo è quello della Maturità. Quest’anno però sembrano esserci ulteriori problemi per i maturandi a causa dell’emergenza Coronavirus. La prima prova di italiano e la seconda prova basata sulle discipline del proprio indirizzo di studi dovrebbero svolgersi rispettivamente il 17 e il 18 giugno, mentre gli orali la settimana successiva. Ci saranno dei cambiamenti proprio a causa del virus che si sta diffondendo da Nord a Sud Italia? A quanto pare sì, in quanto al momento i ragazzi torneranno tra i banchi di scuola non prima del 3 aprile. Inoltre, se la situazione dovesse complicarsi, il rientro potrebbe avvenire dopo Pasqua o addirittura nel mese di maggio. Sarà quindi necessario adottare alcuni provvedimenti in modo da garantire agli studenti di svolgere l’Esame di Maturità 2020 senza alcun problema.

Leggi anche: Coronavirus, scuole chiuse in tutta Italia: date e ultimi aggiornamenti

Maturità 2020 a rischio a causa del Coronavirus: i provvedimenti al vaglio

Maturità 2020 a rischio a causa del Coronavirus: provvedimenti al vaglio

Ufficializzata la chiusura delle scuole e delle università fino al 3 aprile, è il momento di porsi delle domande su cosa ne sarà dell’attività didattica. Questa situazione sta cambiando radicalmente la vita degli studenti, soprattutto di chi sta preparando l’esame di maturità e deve ancora fare le prove e i test in vista del diploma. Il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina ha dichiarato che non ci sarà il 6 politico e che verranno presi dei provvedimenti con lezioni on-line.

“Abbiamo aperto un pagina sul sito del Miur che va immaginata come un inizio. La prima cosa che vi si trova sono le lezioni di formazione per i docenti, i cosidetti webinar, seminari in rete. Per gli studenti ci sono le piattaforme che permettono di avere classi virtuali a tutti gli effetti. Compiti compresi. Una mamma di una scuola di Salussola mi ha raccontato che hanno fatto i monomi così. Il terzo step riguarda i materiali multimediali: la Rai e la Treccani ci hanno fornito parte dei loro archivi, la Rai lo ha addirittura diviso per discipline”.

Maturità 2020, le richieste degli studenti

Le lezioni online stanno procedendo in tutta Italia, ma chiaramente ci sono varie difficoltà da superare: in alcune famiglie non c’è la connessione Internet e, nel caso di più figli, occorre organizzarsi per l’utilizzo del PC. L’Unione degli Studenti ha reso note al Ministero tutte le difficoltà riscontrate, per cui, in sostanza, ha chiesto i seguenti provvedimenti:

  1. L’annullamento delle Prove Invalsi come requisito di ammissione agli esami
  2. Cancellazione delle ore minime obbligatorie dell’alternanza scuola-lavoro
  3. Sussidio per i mezzi informatici
  4. Rimborso delle quote versate per le gite scolastiche
  5. Il diritto di assemblea al rientro

Inoltre, gli studenti hanno avanzato la proposta di sostituire la seconda prova con una tesina sulla materia d’indirizzo, in modo che si valorizzi ciò che ogni studente è riuscito a fare durante questo periodo. C’è poi il problema delle insufficienze: si chiede quindi di ammettere tutti all’esame, in quanto non sappiamo se ci sarà la possibilità di recuperare le insufficienze. Infine, l’Unione degli Studenti chiede una Commissione interna, che possa valutare i ragazzi in base a quello che si è riusciti a svolgere.

Maturità 2020 e Coronavirus: gli esami slitteranno?

Resta da capire un’ultima cosa: l’Esame di Stato verrà rinviato oppure no? Al momento non si sa, in quanto bisogna capire quando si ritornerà a scuola e cosa accadrà nelle prossime settimane. Di certo le opzioni potrebbero essere le seguenti:

  1. Gli esami si svolgeranno comunque a giugno, ma verranno semplificati e la commissione sarà interna.
  2. Gli esami si svolgeranno qualche settimana dopo la data d’inizio stabilita (sempre in maniera semplificata).
  3. Verrà istituita una sessione straordinaria a settembre.

Leggi anche: