Maturità 2020 INVALSI e alternanza: le ultime novità

La chiusura delle scuole, indetta come provvedimento dal presidente del consiglio Conte per evitare ulteriori contaggi di coronavirus, è prevista fino al 3 di aprile. Stando a quanto sta accadendo in Italia non possiamo dire con certezza che torneremo a scuola il 3 aprile e, nel caso, a pagarne maggiormente le conseguenze sarebbero i futuri maturandi che devono svolgere gli esami di maturità per cui sono previste le prove invalsi e l’alternanza scuola lavoro. Si sta riflettendo molto su come poter procedere riguardo i prossimi esami di maturità, approfondiamo la questione che riguarda le prove invalsi e l’alternanza scuola lavoro.

Leggi anche: Maturità 2020 a rischio causa Coronavirus: provvedimenti al vaglio

Maturità 2020 e le PROVE INVALSI: cosa accadrà?

Le recenti modifiche che hanno toccato gli esami di maturità hanno rivoluzionato il peso delle prove invalsi che devono essere sostenute durante l’anno per essere ammessi agli esami, anche se il punteggio con cui vengono superate è ininfluente ai fini del voto finale. Quest’anno, purtroppo, la situazione per i maturandi si sta complicando in quanto non hanno potuto ancora sostenere le prove che erano previste per il mese di marzo. Vi sono diverse ipotesi, ma ancora nulla di ufficiale, sull’eventuale stop delle prove solo per quest’anno se le attività didattiche dovessero essere interrotte oltre il tre aprile.

Maturità 2020 e alternanza scuola lavoro: cosa succederà?

Un altro tasto dolente per i maturandi riguarda l’alternanza scuola lavoro; per accedere alla maturità è necessario aver svolto ore in presenza pari a 210 ore negli istituti professionali, 150 ore nei tecnici, 90 ore nei licei. Cosa succede se le ore non si raggiungono a causa dello stop delle attività didattiche? Anche in questo caso, si stanno vagliano delle ipotesi, quindi niente di ufficiale, tra cui consentire l’accesso agli esami anche a chi non ha raggiunto le ore.

Potrebbero interessarti: