Menu o menù: la forma corretta

Quanti dubbi avete su  come si scrive una determinata parola? Oggi ci occupiamo di una parola della lingua francese che è entrata a far parte del nostro linguaggio quotidiano dal 1877 e che viene usata sia in ambito gastronomico che in quello informatico. Qual è la grafia corretta tra menu e menù? Dal momento che fa parte di contesti che viviamo abitualmente è bene conoscere la grafia corretta per non sbagliare e per evitare di fare brutte figure con chi legge quello che scriviamo. Dopo avervi svelato la forma corretta, passeremo a degli esempi che, come siamo soliti fare, vi aiuteranno a memorizzare bene la parola in questione.

Leggi anche: Come fare un buon tema: 19 errori di ortografia da evitare

Menu o menù: si può scrivere in entrambi i modi

Il termine deriva da quello francese “menu”, quindi senza accento, comparso per la prima volta nella lingua scritta italiana nel 1877. Prima di darvi la soluzione facciamo una ricerca sui più importanti e attendibili dizionari della lingua italiana che sono l’enciclopedia Treccani e i vocabolari Garzanti. Ci troviamo di fronte ad un caso di discordanza in quanto su Treccani si trova la forma non accentata mentre nel Garzanti quella con l’accento. In quest’ultimo caso viene indicata l’etimologia della parola che, come abbiamo detto, deriva dalla lingua francese. Questa discordanza può provocare un po’ di confusione, e vi capiamo; potete tuttavia stare certi che in qualsiasi grafia la scriviate, non commettete errori in quanto entrambe sono riconosciute come corrette; da un punto di vista fonologico non vi è alcuna differenza.

Menu o menù: qualche esempio d’uso

Per concludere, vi riportiamo una serie di esempi d’uso della parola ribadendovi che in qualsiasi grafia la scriviate non commettete errori in quanto entrambe sono riconosciute come corrette; anche in questo preciso istante, mentre scriviamo, nessuna delle due forme viene sottolineata in rosso, quindi per il correttore ortografico sono entrambe giuste. Si tratta di un termine che usiamo spesso nel nostro linguaggio quotidiano in quanto viene usato in due ambiti che pratichiamo spesso che sono quello gastronomico e quello informatico. In francese indica qualcosa di minuto e particolareggiato mentre in italiano fa riferimento ad una lista di cibi e bevande in ambito gastronomico e delle possibili opzioni offerte da un programma in campo informatico. Ecco gli esempi:

  1. Puoi passarmi gentilmente il menù? Devo scegliere cosa ordinare.
  2. Dal menu in alto a destra avrete la possibilità di scegliere come impostare il vostro documento word.

Non perderti: Tet a tet: come si scrive e significato