Tema sui diritti LGBT

Siamo nel 2019 e ancora sentiamo parlare di omofobia; per fortuna, però, negli anni ci sono stati tanti progressi soprattutto da quando si è messo l’accento sui diritti LGBT. Non sono mancate, e non mancano, manifestazioni nelle piazze delle maggiori città di Italia per portare alta la bandiera arcobaleno che è quella che da anni è sinonimo di libertà, intessa come libertà di orientamento sessuale. Con questa sigla ci si riferisce a persone Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transgender; si è deciso di allargare la sigla a tutti questi generi perché si pensava che la sola denominazione gay fosse troppo generica. Se avete bisogno di uno spinto su un tema sui diritti LGBT, rimanete con noi.

Tema sui diritti LGBT: introduzione

I diritti LGBT sono dei diritti che spettano alle persone con orientamento sessuale diverso da quello comune. La sigla LGBT fa riferimento a: Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transgender; si è pensato a questa sigla per includere tutti gli orientamenti sessuali e non farli rientrare nella denominazione gay, ritenuta troppo generica. Per arrivare ad ottenere questi diritti si sono dovute fare diverse lotte che sono iniziate negli anni ’90 circa e che, puntualmente, vengono portati in piazza nelle manifestazioni svolte nelle principali piazze d’Italia, e nel mondo, e che hanno come simbolo la bandiera dell’arcobaleno diventato simbolo di libertà di espressione di tutti gli orientamenti sessuali.

Tema sui diritti LGBT: svolgimento

I diritti LGBT fanno parte dell’ampio spettro dei diritti umani e di quelli civili e includono:

  1. una legislazione anti bullismo, contro la discriminazione e il bullismo omofobicoall’interno dell’ambito scolastico a protezione degli adolescenti omosessuali;
  2. il riconoscimento dell’omogenitorialità;
  3. l’uguaglianza in materia di immigrazione;
  4. leggi anti discriminatorie in materia di occupazione ed alloggio;
  5. leggi contro i crimini d’odio che prevedano sanzioni alla violenza contro le persone LGBT motivata da pregiudizio;
  6. parificazione dell’età del consenso;
  7. legislazione relativa all’orientamento sessuale e al servizio militare;
  8. riconoscimento delle relazioni omosessuali, tramite unioni civili o matrimonio tra persone dello stesso sesso;
  9. la possibilità di adozione da parte di coppie dello stesso sesso;
  10. parità di accesso alle tecniche di procreazione assistita;
  11. il riconoscimento giuridico del transessualismo e la possibilità di riassegnazione del sesso a partir dall’identità di genere;
  12. l’accesso alla transizione (transgenderismo), ad una riassegnazione chirurgica del sesso e ad una terapia ormonale sostitutiva.

Tema sui diritti LGBT: conclusione

La lotta per la conquista di tali diritti è stata lunga e piena di ostacoli ma si sta arrivando, piano piano, alla loro piena attuazione. I traguardi raggiunti sono tanti: ad ottobre 2018, 23 fra paesi e dipendenze al mondo prevedono il matrimonio tra persone dello stesso sesso e 23 altri tipi di unioni civili, inclusa l’Italia, si è ridotto in numero di paesi in cui l’omosessualità è reato. Purtroppo, però, non si sono ancora del tutto superati l’omofobia e i pregiudizi che, nella maggior parte delle volte, sfociano in una violenza ingiustificata.

Leggi anche: Tema sull’omofobia e sul bullismo omofobico