Scuola

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Studiare di notte: metodo di studio per rimanere svegli

STUDIARE DI NOTTE: METODO DI STUDIO PER RIMANERE SVEGLI. Dobbiamo partire da un dato di fatto: studiare di notte non è un buon metodo di studio. Alla fine della giornata si è stanchi, le capacità di attenzione, concentrazione e memoria si riducono e se il giorno dopo avete un esame o un compito arrivarci morti di sonno camminando sulle ginocchia non vi aiuterà. Detto questo però è innegabile che a molti di noi è capitato di ritrovarsi a studiare fino all'ultimo secondo, anzi fino all'ultimo secondo dell'ultima notte prima dell'interrogazione o dell'esame e il problema è sempre lo stesso: mi si chiudono gli occhi, come faccio a restare sveglio? Anche se non è una buona idea, studiare di notte è possibile: ecco allora il metodo di studio e le tecniche per rimanere svegli e riuscire a studiare di notte.

Da non perdere: Studiare di notte: pro e contro


 

STUDIARE DI NOTTE: SEDUTI! Prima di tutto sedetevi a un tavolo, se vi mettete a studiare sul divano o sul letto avete giá perso: tempo cinque, dieci minuti e starete russando. Mettetevi quindi seduti su una sedia con un tavolo o una scrivania davanti e assicuratevi di avere una buona illuminazione, la luce soffusa vi stancherebbe più velocemente conciliandovi il sonno.

Leggi: Studiare dormendo è possibile?
 

METODO DI STUDIO: L’INTRATTENIMENTO MUSICALE. Una volta seduti potete, se riuscite a studiare e non vi distrae, ascoltare della musica (magari con le cuffiette in modo da non disturbare nessuno): scegliete qualcosa che abbia un ritmo sostenuto ma non eccessivamente rumoroso, spaccarvi i timpani non vi servirà. La musica deve essere quella che sapete che vi dà la carica.

Attenzione, non tutta la musica è adatta per studiare! Leggi: Musica per studiare: 5 album da provare
 

STUDIARE DI NOTTE E' POSSIBILE: CAFFEINA E SIMILI. Una cosa cui avrete pensato tutti è sicuramente il caffè: il caffè, il the, il guaraná, la redbull, sono tutte bevande che potete bere per rimanere svegli ma dovete considerare che l'effetto di queste bevande eccitanti non solo a lungo andare vi affaticherà ma non finisce nel momento in cui avete finito di studiare... Potreste ritrovarvi a letto con gli occhi sbarrati, incapaci di dormire fino alla mattina dopo (e torniamo all’effetto zombie di cui sopra) quindi se dovete assumerle fatelo con moderazione tenendo bene a mente che se non riuscirete a dormire affatto il giorno dopo, durante l'esame o il compito, ne pagherete le conseguenze.
 

METODO DI STUDIO PER STUDIARE DI NOTTE: ALZATI E CAMMINA. Infine l’ultimo consiglio è quello di alzarvi ogni tanto e camminare per la stanza, non solo per sgranchirvi le gambe ma anche e soprattutto se dovete ripetere: la fase della ripetizione rischia infatti di essere noiosa e può esserlo meno se lo fate muovendovi (ma sempre rimanendo concentrati, quindi forse è meglio evitare di fare zumba).

 

Scopri di più:

Commenti

Commenta Studiare di notte: metodo di studio per rimanere svegli.
Utilizza FaceBook.