Burian arriva a Napoli: neve sulla città

Da domenica 25 Febbraio Burian sta imperversando sull’Italia creando disagi da Nord a Sud. Il vento gelido della Siberia ha portato temperature artiche e neve prima a Roma, per poi arrivare addirittura a Napoli. Stamattina la città partenopea e tutti i paesi della provincia si sono incredibilmente svegliati sotto una coltre bianca, fenomeno che non si ripeteva dal lontano 1985. Una grande quantità di neve è caduta fin dalle prime ore dell’alba, nonostante le previsioni meteo non lo avessero annunciato. Gli scorci insoliti del capoluogo campano imbiancato hanno affascinato sia i cittadini che i turisti, anche se non sono mancati i disagi soprattutto per quanta riguarda la circolazione di ogni tipo di mezzo di trasporto.

Neve a Napoli: chiusura delle scuole anche domani 28 Febbraio

Il sindaco della città Luigi De Magistris ha immediatamente risposto all’emergenza neve predisponendo la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, private e pubbliche, sia per la giornata odierna che per domani 28 Febbraio. Il dito, adesso, è puntato contro la Protezione Civile che non ha comunicato al comune partenopeo l’allerta meteo adeguato alla nevicata:

“Invitiamo tutte le persone, se non per assoluta necessità, a non uscire per le prossime 24 ore. Le previsioni meteo e la valutazioni empiriche ci dicono che la situazione può diventare pericolosa, soprattutto dopo il tramonto. Il meteo finora non ci ha aiutato, ma fuorviato. Ci affidiamo alle sensazioni empiriche”.

Leggi anche:

Neve a Napoli: disagi alla circolazione

L’improvvisata nevicata a Napoli ha causato molti disagi alla  circolazione in generale. Il maltempo ha bloccato tutti i voli all’aeroporto di Capodichino a causa della pista completamente ghiacciata e numerosi treni da e per Napoli sono stati cancellati. Stesso discorso per il servizio cittadino degli autobus che è stato sospeso, e per le automobili in transito che si sono ritrovate in difficoltà perché sprovviste di pneumatici termici o catene.