[1] Post hunc Ancus Marcius, Numae ex filia nepos, suscepit imperium. [2] Contra Latinos dimicavit. Aventinum

montem civitati adiecit et Ianiculum, apud ostium civitatem supra mare sexto decimo miliario ab urbe Roma condidit.

Vicesiom et quarto anno imperii morbo periit

Traduzione

[1] Dopo di lui fu assunto al trono anco

Marzio, nipote di Numa per parte di figlia. [2] Combatté contro i latini. Aggiunse alla città i monti Aventino e Gianicolo, e

fondò una città sul mare a sedici miglia da Roma, presso la foce del Tevere, morì infine di malattia dopo ventiquattro anni di

regno.