La parola matrimonio indica il rapporto di convivenza dell’uomo con la donna per formare una famiglia, in accordo con i principi stabiliti dalla legge e dalla religione.
Il matrimonio rappresenta il coronamento di un sogno d’amore tra due persone che decidono di condividere le emozioni, le sensazioni, le gioie, i dolori, le delusioni della vita insieme. La forza di due persone è quella di sentirsi imbattibili di fronte alle situazioni che la vita ti offre, in quanto si può contare sull’appoggio dell’altro.
Nelle circa 5000 società conosciute dagli antropologi il matrimonio è contornato da riti: nella nostra civiltà europea il matrimonio, sia civile sia religioso, esige testimoni e firme al consenso degli sposi. Pur nella loro diversità questi riti hanno uno stesso scopo: rendere pubblico e sacro il matrimonio.
Il matrimonio è un sacramento che non si può infrangere.
Il giorno delle nozze un uomo e una donna si scambiano una promessa in chiesa, riconoscendo il loro amore come un dono di Dio. Il matrimonio non è la cerimonia di un giorno, ma si realizza durante tutta l’esistenza degli sposi, è indissolubile ed è il  mezzo attraverso il quale un uomo e una donna si uniscono per l’eternità.
Gli sposi devono aiutarsi reciprocamente e vivere la Fede in Dio, educare insieme i figli e testimoniare con la loro vita l’amore di Dio.
Con il matrimonio si forma la “famiglia” che è il nucleo di persone formato da marito, moglie e figli che convivono nella stessa casa.
Oggi non si dà il vero valore alla famiglia si tende, infatti, a fermarsi dinanzi alle prime difficoltà, come se non ci fosse via d’uscita, si ricorre sempre più spesso al divorzio e non si cerca di porre rimedio ai problemi che si formano durante la vita insieme.
Un tempo si divorziava per motivi seri, ora invece i partner non dialogano, seguono il proprio egoismo e questo non aiuta, perché non si ascoltano le opinioni delle altre persone.
Chi risente di più di questa situazione sono i figli che si sentono abbandonati e incompresi, diversi dagli altri bambini e costretti ad assistere alle liti dei genitori.
I figli sono colpiti da questa situazione e potrebbero avere dei problemi anche in futuro, potrebbero perdere il dialogo oltre che con i genitori anche con gli amici e restare soli.
Mettere su famiglia è un passo importante che richiede una dose massiccia di responsabilità e anche di disponibilità al compromesso.