Mercoledì 15 dicembre 2021 andrà in onda in diretta su Rai 1 la finale di Sanremo Giovani: due dei dodici artisti in gara verranno proclamati vincitori e saliranno sul palco del Teatro Ariston il prossimo febbraio insieme ai Big già annunciati. Scopriamo ora chi è Martina Beltrami!

Leggi anche:

Chi è Martina Beltrami?

Martina Beltrami è una cantautrice nota per aver partecipato all’edizione 2020 del famoso talent show “Amici di Maria de Filippi”. Il 12 giugno 2020 esce, per Fiero Dischi/Artist First, il suo primo brano dal titolo “Luci accese”, inoltre diventa una delle testimonial italiane della campagna mondiale di Spotify “Unlike Any Other”, dedicata agli artisti appartenenti alla comunità LGBTQIA+. Il 23 ottobre dello stesso anno esce per Fiero Dischi/Artist First il suo secondo singolo dal titolo “Ti vengo a cercare”, poi lo scorso 28 maggio il terzo singolo “Per dirti che (mi spiace)”. La cantautrice è in studio per finire quello che sarà il suo primo attesissimo disco d’esordio.

Parlo di te di Martina Beltrami: testo

Ecco il testo ufficiale di Parlo di te di Martina Beltrami:

Parlami di ciò che temi
ti parlerò di ciò che temo io
dimmi perché piangi e tremi
e ti dirò se vale la pena
che poi pianga anch’io
ci sono cose che non vedi
e che vedo
ci siamo dentro fino all’orlo
e forse tu un pò di più
ho fatto un sogno ed eri pazza di me davvero
e avevo tutto quello che volevo
e non te

E ti ho lasciato scritto sopra un foglio
che ora è più chiaro che, più chiaro che
adesso son la sola che ci tiene ancora ma
non starò ad ascoltare le volte in cui

Parlo di te, parlo di te,
parlo di te, parlo di te, parlo di te eeeee

Parlami di ciò che temi
ti parlerò di ciò che temo perché ne fai parte
se siamo rimasti illesi
se ho fatto come se fosse niente
per non guardare
navigare nelle cose che non vedo

ci siamo dentro fino all’orlo
e forse tu un pò di più
ho fatto un sogno e non ti riconoscevo
e giuro che sembrava vero
ed è vero

E ti ho lasciato scritto sopra un foglio
che ora è più chiaro che, più chiaro che
adesso son la sola che ci tiene ancora ma
non starò ad ascoltare le volte in cui

Parlo di te, parlo di te,
parlo di te, parlo di te, parlo di te eeeee

E adesso è più chiaro che
più chiaro che
siamo soltanto di passaggio
e sembra strano che
strano che
dopo quel che poco che è rimasto
io

Parlo di te, parlo di te,
parlo di te, parlo di te, parlo di te
Parlo di te, parlo di te,
parlo di te, parlo di te, parlo di te eeeee