Cercare lavoro in Italia: le difficoltà dei giovani

Le vacanze sono terminate e moltissimi ragazzi sono alle prese con la ricerca di un lavoro. Attualmente il Italia la disoccupazione giovanile è preoccupante, soprattutto riguardo la fascia di età che va dai 15 ai 24 anni. Oggi più che mai cercare lavoro risulta complesso e, dopo primi i colloqui non andati a buon fine, può risultare quasi impossibile. Nonostante ciò l’importante è non mollare mai la presa e perseverare nei propri obiettivi, focalizzandosi innanzitutto su quei punti di forza acquisiti sia nel percorso universitario che attraverso le esperienze pregresse. Affinché la ricerca sia produttiva il più possibile, provate a seguire questi consigli pratici che vi aiuteranno a trovare in men che non si dica un lavoro adatto alle vostre esigenze!

Leggi anche:

Cercare lavoro in Italia: i consigli pratici da seguire

Cercare lavoro sembra un’impresa impossibile? Provate a seguire questi consigli pratici per avere maggiori possibilità di inserimento:

  • Compilazione del curriculum: il curriculum è un vero e proprio biglietto da visita per le aziende in cui ci si vuole proporre quindi deve essere compilato in modo corretto; è importante che sia in formato europeo con contenuti brevi che puntino più alle competenze acquisite che ai titoli conseguiti;
  • Iscrizione alle Agenzie per il Lavoro: si tratta di aziende che si occupano di ricercare, selezionare, orientare e inserire in azienda persone alla ricerca di una occupazione; l’iscrizione può essere effettuata in sede o attraverso i siti online ufficiali;
  • Ricerca sui siti web per il lavoro: attualmente sul web esistono tantissimi siti in cui è possibile trovare una lunga serie di annunci di lavoro; i migliori in circolazione sono Infojobs, Miojob, Jobrapido, Bakeca, Subito, Monster, Trovolavoro;
  • Conoscenza della lingua inglese: la competenza più richiesta in assoluto nel mondo del lavoro è la conoscenza ottimale della lingua inglese quindi è consigliabile seguire un corso di perfezionamento per saper comunicare fluentemente sia in modo orale che scritto;
  • Creazione di un network: coltivare rapporti con professionisti, docenti universitari e opinion leader di settori specifici aumenta la possibilità del passaparola e del possibile inserimento futuro in ambiti lavorativi.