Lavorare come apicoltore: tutto quello che dovete sapere

Se siete amanti della natura, degli insetti e, cosa non da trascurare, se vi piace il miele, non dovete perdere l’occasione, oggi, di scoprire insieme a noi come si diventa apicoltori. Ovviamente come accade per tutti i mestieri e le professioni, ci vuole un periodo di studio, di pratica, e l’elemento che non deve minimamente mancare è la passione per quello che si fa. Le api sono dei bellissimi insetti con quei colori, il giallo e il nero, che insieme danno vita e luce a questi volatili che, poggiandosi da un fiore all’altro, contribuiscono alla produzione di miele. Possono essere anche pericolose, infatti quando ci si accorge che qualcuna sta svolazzando serenamente intorno a noi, è necessario mantenere la calma, stare fermi e non provocarle in alcun modo; il loro pungiglione fa male.

Diventare apicoltori: corsi di formazione

Per diventare apicoltori non è sufficienze avere la passione per gli insetti, per il miele e non aver paura delle api. Dietro l’apicoltura ci sono una serie di materie che non si possono non conoscere, come la biologia, la botanica o l’ecologia. Di fondamentale importanza è la conoscenza del ciclo vitale dell’operaia in modo da saper distinguere i vari stadi della covata, es covata opercolata, ci permette di fare previsioni dopo quanti giorni avremo bottinatrici. Di altrettanta importanza è la conoscenza del ciclo vitale dell’ape regina; entro un certo periodo di tempo le larve destinate a diventare api operaie sono identiche a quelle che si svilupperanno in regine. Come potete notare da soli, non ci si può improvvisare apicoltori, si devono conoscere le basi della botanica e dell’ecologia, è necessario saper distinguere l’ape regina da quelle operaie e conoscerne il ciclo vitale. Se la vostra vita e i vostri studi vi hanno tenuti lontani da questo mondo, potreste iniziare con l’acquisto di manuali per apicoltori e poi cercare degli specifici corsi di formazione.

Lavorare come apicoltori: quanto si guadagna

Lavorare come apicoltori implica avere tante spese: è necessario acquistare le api, le arnie, le regine, provvedere alla loro nutrizione e alla manutenzione delle arnie, affittare i terreni e via dicendo. Il consiglio che ci sentiamo di dare è quello di, qualora decideste di intraprendere questa strada, di iniziare gradualmente, senza strafare e di inserirvi piano piano in questo ambito in cui si possono correre spesso anche dei rischi. Il guadagno, ovviamente, dipenderà da diversi fattori, da quante api si posseggono, quanti terreni e quanto si è bravi e conosciuti nel settore.

Non perderti: App migliori per trovare lavoro: lista 2018