Il lavoro del 2019 potrebbe essere il Navigator: ma di cosa stiamo parlando? Con il via ufficiale al Reddito di cittadinanza, è nato questo nuovo profilo professionale, incaricato di seguire i beneficiari di questa misura nel loro inserimento professionale nel mercato del lavoro.

Ai navigator sarà richiesto perciò di seguire personalmente i beneficiari del reddito di cittadinanza in tutte le fasi del progetto.

Se ne parla tanto, ma non tutti possono accedere. Tra i requisiti c’è il titolo di studio: le lauree ammesse per diventare navigator sono quelle magistrali in Economia, Giurisprudenza, Sociologia, Psicologia, Scienze della formazione.

Per i primi due anni l’assunzione prevede il contratto di collaborazione co.co.co della durata di due anni. Poi arriva l’assunzione a tempo indeterminato.