Concorso STEM: la prova scritta e i 50 quesiti

Oggi si parte con la prova scritta del concorso STEM; i posti messi al bando sono 6129 e sono così divisi:

  • A020 – “Fisica” n. 282 posti;
  • A026 – “Matematica” n.1005 posti;
  • A027 – “Matematica e Fisica” n. 815 posti;
  • A028 – “Matematica e Scienze” n. 3124 posti;
  • A041 – “Scienze e tecnologie informatiche” n. 903 posti.

Oggi inizieranno le classi A026 e A041 per le quali non è prevista alcuna prova pratica. Scopriamo insieme in cosa consistono i 50 quesiti. 

Non perdere: Concorso straordinario 2020, fissata la data ufficiale

Concorso STEM: in cosa consistono i 50 quesiti

50 quesiti (ognuno di 4 risposte di cui una esatta, per un tempo complessivo di 100 minuti), saranno così suddivisi:

  • 40 sulla classe di concorso ;
  • 5 quesiti sull’informatica, che accertino le competenze digitali inerenti l’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali più efficaci per potenziare la qualità dell’apprendimento;
  • 5 quesiti sulla lingua inglese, che accertino le conoscenze di lingua inglese al livello B2 del Quadro Comune Europeo per le lingue.

Ciascuna risposta esatta vale 2 puntizero punti valgono le risposte non date o errate. La prova è valutata al massimo 100 punti ed è superata da coloro che conseguono il punteggio minimo di 70 punti.

Concorso STEM: la prova orale

La prova orale, della durata massima complessiva di 45 minuti, consiste nella progettazione di una attività didattica, comprensiva dell’illustrazione delle scelte contenutistiche, didattiche e metodologiche compiute e di esempi di utilizzo pratico delle TIC. Nell’esecuzione di tale prova verranno valutati:

  • la padronanza delle discipline
  • la capacità di progettazione didattica efficace, sul fronte dei contenuti e delle metodologie
  • L’uso delle TIC nella progettazione didattica.

Non perderti: