Imparare a memoria

Imparare a memoria fa bene allo studio? In realtà ci sono diverse opinioni in merito a questo metodo di studio visto che non permette di elaborare le informazioni acquisite, tuttavia il modo migliore di applicarlo riguarda solo alcuni tipi di esercizi, come per esempio la memorizzazione di alcuni termini di lingue straniere oppure per quanto riguarda le poesie. Insomma, imparare la lezione a “pappagallo” non va bene per tutto. Ancora oggi a scuola i professori danno ai ragazzi delle poesie da studiare a memoria e da ripetere in classe davanti a tutti gli altri compagni. Ma a cosa serve?

A cosa serve imparare le poesie a memoria

Imparare a memoria una poesia: perché

“La memoria è un muscolo come quelli delle gambe, se non lo eserciti si avvizzisce e tu diventi (dal punto di vista mentale) diversamente abile e cioè (parliamoci chiaro) un idiota”, diceva Umberto Eco. Imparare una poesia a memoria serve prima di tutto a far “camminare più velocemente” il nostro cervello e quindi ad allenarlo anche per quanto riguarda la concentrazione e la memoria a breve e a lungo termine. Ma non si tratta dell’unico motivo, infatti grazie allo studio a memoria delle poesie si possono imparare velocemente nuovi vocaboli inoltre è importante per il punto di vista culturale, in quanto i contenuti arricchiscono il nostro bagaglio culturale. Quanti di voi ancora ricordano Il cinque maggio di Alessandro Manzoni? “Imparare delle poesie a memoria… molte poesie a memoria, da bambini, da giovani, anche da vecchi… perché quelle fanno compagnia, uno se le ripete mentalmente… e poi lo sviluppo della memoria e molto importante… anche fare dei calcoli a mano, delle divisioni delle estrazioni di radici quadrate… cose molto complicate… combattere l’astrattezza del linguaggio che ci viene imposto con delle cose molto precise… e sapere che tutto quello che abbiamo ci può essere tolto da un momento all’altro…”, diceva Italo Calvino.

Imparare a memoria una poesia: come fare

Per imparare le poesie a memoria al meglio è necessario leggere ad alta voce e ripetere un pezzo alla volta, poi proseguire con la lettura e ricominciare a ripetere dall’inizio. Non vi agitate se non riuscito subito, perché piano piano, grazie all’allenamento, sarete in grado di farlo senza problemi. C’è chi per aiutarsi chiede il supporto dei familiari nella ripetizione e chi invece sceglie di usare una melodia, come se fosse una canzone, per imparare più velocemente.

Potrebbe interessarti anche: