COME SCRIVERE UN TESTO ARGOMENTATIVO ALLA MATURITÀ

Redigere un testo argomentativo significa esporre la propria idea, la propria tesi, in merito ad un determinato tema, basandola su dati certi e su un ragionamento logico dichiarato. Un testo argomentativo generalmente si pone l’obiettivo di convincere chi lo legge della validità della tesi esposta, oppure, in presenza di un’argomentazione opposta, l’antitesi, di convincere il lettore oltre che della validità della tesi, dell’imprecisione dell’antitesi. Detto questo, bisogna anche sapere come svolgere il testo argomentativo… Ecco la guida rapida in 6 passi, ideale da sfruttare per un compito in classe, un’esercitazione da svolgere a casa o da utilizzare per la redazione per proprio testo argomentativo in occasione della nuova Tipologia B della Prima Prova prova per gli Esami di Maturità 2019.

Vuoi imparare a scrivere tutti i tipi di tema? Non perderti la nostra maxi guida: Come scrivere un tema

TESTO ARGOMENTATIVO: ESEMPIO PER LA PRIMA PROVA

Facciamo un esempio semplice su come fare un testo argomentativo.

  • Es. 1 – Adoro andare al cinema
  • Es. 2  – Adoro andare al cinema perché mi rilassa e mi diverte, e ritengo che alcuni film abbiano un contenuto educativo

L’esempio 1 non è un testo argomentativo. L’esempio 2 è un testo argomentativo, invece, perché vengono indicate le ragioni concrete per cui chi lo ha scritto ama andare al cinema. Contiene inoltre le informazioni necessarie per smentire un’eventuale antitesi.

Non perderti: COME SCRIVERE UN TEMA ARGOMENTATIVO

COME FARE UN TESTO ARGOMENTATIVO ALLA MATURITÀ 2019

Spesso i testi argomentativi vengono assegnati dagli insegnanti per testare non solo la bravura degli studenti nello scrivere e nell’esporre le proprie idee, ma anche per testare il loro grado di comprensione di un testo,  e di gestione del ragionamento logico. I testi argomentativi non vengono assegnati solo dagli insegnanti d’italiano, ma anche dai docenti di storia, filosofia, scienze, ecc…

Sono esempi di testi argomentativi nel contesto scolastico i temi, i saggi brevi, le relazioni, l’analisi del testo, ecc… Ma saper scrivere un buon testo argomentativo può essere utile anche in diversi ambiti professionali, pensate all’arringhe degli avvocati, i discorsi persuasivi dei venditori, gli articoli dei giornalisti, gli studi dei ricercatori, ecc…

COME SCRIVERE UN TESTO ARGOMENTATIVO IN 6 PASSI

Adesso vediamo in pratica come fare un tema argomentativo: prendete appunti!

  1. Presentazione dell’argomento generale

    Prima di esporre la propria tesi, in un buon testo argomentativo, è bene introdurre il lettore al tema che si tratterà. Il nostro incipit, quindi, conterrà una descrizione generale dell’argomento, in cui vengono presentati alcuni dettagli e alcuni aspetti che possono essere utili ad avvalorare la nostra tesi. Questo primo passo è utile per far sentire a proprio agio il lettore durante le lettura del testo argomentativo.

  2. La tesi

    Esponi la tua tesi, chiarendo in modo dettagliato la tua opinione. Evita i periodi eccessivamente lunghi e complessi, disponi le frasi in ottica causa-effetto. Seguendo le buone norme del giornalismo, verifica che il tuo testo funziona se risponde alle seguenti domande: chi/dove/quando/come/perché?

  3. Gli argomenti a tuo favore

    Esponi tutti i dati e gli argomenti che sono a tuo favore, sottolineando il legame con la tua tesi. Accertati della veridicità dei dati e delle affermazioni che riporterai, ed esponi gli argomenti in modo tale che la logicità del tuo ragionamento sia chiara al lettore.
    Vuoi una sintesi su come scrivere un testo argomentativo? Ecco LA MAPPA CONCETTUALE

  4. Antitesi

    In questa fase il tuo testo argomentativo deve raccontare le idee e le opinioni opposte alla tua. Anche in questo caso sii preciso e dettagliato nell’esposizione. La validità della tua tesi deve basarsi su dati certi, non su un inganno intellettuale. (In tal caso la prof potrebbe non apprezzare il compito).

  5. Gli argomenti a favore dell’antitesi

    Per discutere degli argomenti che contrastano la tua tesi e sostengono l’antitesi, usa la tecnica del “contrasto”. Scomponi l’antitesi in più punti e confutali uno dopo l’altro, contrapponendogli i dati in tuo favore. Il ragionamento logico sarà così valorizzato.

  6. Conclusione

    Una volta smontanta l’antitesi punto per punto e confutati gli argomenti a tuo sfavore ribadisci e riconferma la tua tesi, in modo sintetico, basandosi sui punti di forza della tesi stessa. Potresti tentarre anche di esporre una possibile soluzione all’antitesi, ma se negata del tutto, non sarà necessario.