Cosa significa mingere? Per la serie “Le parole sono importanti”, riscopriamo un vocabolo di fondamentale importanza.

Mingere, etimologia e significato

Mingere è un verbo intransitivo divenuto davvero poco comune e ormai limitato quasi esclusivamente al linguaggio medico. Deriva dal latino mingĕre e significa letteralmente orinare, fare pipì.

La minzione è, infatti, l’insieme degli atti fisiologici, volontari e involontari, che determinano l’espulsione dell’urina raccolta nella vescica, attraverso l’uretra. Una curiosità? Sul vocabolario etimologico la derivazione del verbo “mingere” è “mentula”, “mencla” che, letteralmente, vuol dire “minchia”.

Altra curiosità riguarda il participio passato di mingere, che mette in crisi non pochi. Quello corretto è minguto, strano, vero?

Sinonimo di mingere

Come è facile dedurre, sinonimi di mingere sono orinare e fare pipì. Nel linguaggio popolare invece, mingere si rende con il termine pisciare (che risulta abbastanza volgare all’orecchio e che, per tale motivo, non è consono al linguaggio quotidiano).

Frasi con mingere

Alcune con il verbo mingere che possono fungere da esempio utile per la comprensione:

  • Quando fa molto freddo può capitare di mingere con maggior frequenza.
  • Mingere spesso forse è sintomo di problemi alla prostata.
  • Le pillole depletive che mi aveva prescritto il medico mi fecero mingere parecchio.

Leggi anche: