Scuola: si avvicina l’inizio dell’anno 2020-2021

Il rientro in classe si avvicina, ma la situazione in tutta Italia è ancora incerta: non ci sono banchi, docenti e collaboratori, per cui in alcuni casi il rientro a scuola è stato posticipato. I ragazzi non vedono le loro aule dal mese di marzo, a causa dell’emergenza Covid-19 che ci ha costretti a stare a casa per diverse settimane. Le regioni hanno pubblicato il calendario scolastico, come vi abbiamo detto in alcuni casi è stato modificato e ovviamente tutto dovrà essere rivisto nel caso in cui la situazione dovesse peggiorare di nuovo e si dovesse ricorrere alla Didattica a Distanza. Al momento possiamo dirvi con certezza che le date del rientro a scuola, come sempre, saranno diverse in tutta Italia in quanto ogni regione stabilisce un preciso calendario scolastico. In questo articolo troverete le date di inizio anno scolastico di ogni regione.

Quando inizia la scuola: primo giorno regione per regione

Ogni regione italiana stabilisce la data precisa dell’inizio dell’anno scolastico. Ecco la data in cui cadrà il primo giorno di scuola regione per regione (occhio, alcune regioni hanno da poco posticipato la data del rientro a scuola!):

  • Toscana: 14 settembre 2020
  • Provincia di Bolzano: 7 settembre 2020
  • Friuli Venezia Giulia: 16 settembre 2020
  • Liguria: 14 settembre 2020
  • Calabria: 24 settembre 2020
  • Piemonte: 14 settembre 2020
  • Trentino: 14 settembre 2020
  • Umbria: 14 settembre 2020
  • Lombardia: 14 settembre 2020
  • Veneto: 14 settembre 2020
  • Valle d’Aosta: 14 settembre 2020
  • Sicilia: 14 settembre 2020
  • Puglia: 24 settembre 2020
  • Lazio: 14 settembre 2020
  • Basilicata: 24 settembre 2020
  • Molise: 14 settembre 2020
  • Sardegna: 22 settembre 2020
  • Abruzzo: 24 settembre 2020
  • Campania: 24 settembre 2020
  • Marche: 14 settembre 2020
  • Emilia Romagna: 14 settembre 2020

Calendario scolastico 2020-2021: i ponti

L’anno scolastico appena passato è stato abbastanza ricco di ponti anche se alcuni giorni di festa nazionale sono caduti al centro della settimana o di domenica, quindi hanno impedito la sospensione prolungata delle attività didattiche. Il prossimo anno scolastico sarà abbastanza fortunato per gli studenti: basti pensare al ponte dell’Immacolata (7-8 dicembre), e al ponte per la festa della Repubblica (31 maggio-2 giugno)