Interrogazioni: quante se ne possono fare in un giorno?

Quello che stiamo vivendo è, dal punto di vista scolastico, uno dei momenti più impegnativi e faticosi per gli studenti che si trovano alla fine del quadrimestre e sono sottoposti a verifiche scritte e orali utili a decretare le votazioni, appunto, per il primo quadrimestre. La domanda che ci poniamo oggi è se è legale fare più di un’interrogazione al giorno. Cercheremo di rispondervi in tutta sincerità tutelando sia i vostri diritti di studenti che quelli della scuola e dei professori che mettono a disposizione il loro sapere per fare di voi ragazzi colti e preparati pronti ad affrontare tutto il vostro percorso scolastico.

Interrogazioni: è legale farne più di una al giorno?

La legislazione italiana è colma di leggi riguardanti vari ordinamenti che fanno parte della vita dei cittadini italiani; tuttavia, per quanto riguarda la scuola, non vi è ancora una legga che vieti ai professori di stabilire interrogazioni nello stesso giorno. Nonostante non ci sia nulla di scritto che vieti ai docenti di fare interrogazioni lo stesso giorno, voi da studenti avete la possibilità di dialogare con i vostri professori, anche singolarmente, mettervi d’accordo con loro cercando di trovare un punto d’incontro. I docenti non hanno nessun motivo per non venirvi incontro, sono stati anche loro dall’altra parte della cattedra, per cui se è una cosa che possono fare la faranno senza dubbio. Ovviamente lo stesso discorso vale anche per le verifiche scritte, può capitare che ne abbiate più di una al giorno, voi studiate e non avrete alcun problema.

Più interrogazioni lo stesso giorno: come prepararsi

Ora che abbiamo stabilito che non esiste alcuna legge che vieti ai proofessori, di diverse materie, di fare interrogazioni lo stesso giorno, cerchiamo di capire insieme come uscire indenni da una giornata di fuoco in cui vi troverete ad affrontare più di un’interrogazione. Il trucco è molto semplice: innanzitutto dovrete studiare tutto l’anno, giorno per giorno, argomento per argomento, evitando di tralasciarne in modo che, in vista dell’interrogazione, dobbiate fare solo un ripasso. L’altro consiglio che ci sentiamo di darvi è quello di iniziare a studiare dalla materia in cui ritenete di essere meno sicuri in modo da avere più tempo per prepararvi e rendere al meglio durante l’interrogazione.