Influenza, febbre, convalescenze e ricadute… tutte parole alle quali il termine recrudescenza può riferirsi ma che nessuno, o quasi, utilizza. Ma cosa significa veramente?

Recrudescenza, etimologia e significato

Dal latino recrudescĕre ‘inasprirsi’, derivato di crudescĕre, con il termine recrudescenza si indica il rincrudire, il crescere o l’aggravarsi di nuovo, riferito a mali fisici, o morali, o sociali: rincrudire di un’epidemia, soprattutto con riferimento alla morbilità o alla mortalità, aggravatesi dopo una fase di stasi o di decrescenza: “dopo qualche giorno di tregua si ebbe una violenta recrudescenza della malattia”. A tal proposito si può parlare di “recrudescenza del carcinoma” o della malaria. Vi si può ricorrere anche in senso più figurativo: purtroppo c’è da constatare una recrudescenza della criminalitàdel terrorismo.

Un altro significato del termine si ha in botanica, nell’ambito della quale si indica il fenomeno teratologico per cui l’asse di un’infiorescenza origina nuovamente un asse fiorifero e fruttifero dopo la maturazione dei frutti. Più raramente il vocabolo è utilizzato con riferimento a fenomeni o condizioni naturali, anche nella forma alternativa di rincrudimento: c’è stato un rincrudimento del freddo, del maltempo, della siccità.

Recrudescenza, sinonimo

Sinonimi di recrudescenza possono essere considerati i termini: aggravamento, inasprimento, peggioramento, deterioramento, riacutizzazione.

Contrari sono, invece, miglioramento, attenuazione. Recrudescenza in inglese si traduce con il termine fresh outbreak.

Frasi con recrudescenza

Alcune frasi con la parola recrudescenza che possono aiutare a comprenderne meglio il significato, sono:

  • Eterno mal di testa, eterno vomito; una recrudescenza delle mie vecchie sofferenze.
  • Con la recrudescenza della guerra, l’imperatore ha deciso di farsi più rigoroso con gli “infedeli”.
  • Sulla via del ritorno, Malatesta venne colpito da un forte attacco febbrile, una recrudescenza della malattia originatasi in Morea.
  • Non solo non era riuscita a evitare una recrudescenza della malattia: mi aveva fatto stare peggio di quanto non fossi mai stata in vita mia.

Leggi anche:

photo credit: Another Ashia… *-* via photopin cc