Riscatto della laurea: cos’è

Tutti gli ex studenti che hanno conseguito un diploma universitario possono chiedere il riscatto della laurea, ovvero la possibilità di “conteggiare” ai fini pensionistici il periodo del proprio percorso di studi. Si può fare richiesta per gli anni di:

  • diplomi universitari: solo se i corsi non sono stati di durata inferiore a due e superiore a tre anni
  • diplomi di laurea: solo se i corsi non siano stati di durata inferiore a quattro e superiore a sei anni
  • diplomi di specializzazione conseguiti dopo la laurea e alla fine di un corso di durata non inferiore a due anni
  • dottorati di ricerca i cui corsi sono regolati da specifiche disposizioni di legge;  – i titoli accademici, introdotti dal decreto 3 novembre 1999, n. 509 ovvero la laurea, alla fine di un corso di durata triennale e quella specialistica, alla fine di un corso di durata biennale propedeutico alla laurea
  • diplomi, rilasciati dagli Istituti di Alta Formazione Artistica e Musicale  – i nuovi corsi, attivati a decorrere dall’anno accademico 2005/2006, e che danno luogo al conseguimento dei seguenti titoli di studio: diploma accademico di primo livello; di secondo livello; diploma di specializzazione e di formazione alla ricerca, equiparato al dottorato.

Possono fare richiesta i lavoratori dipendenti, quelli autonomi e, infine, anche le persone inoccupate, senza più limiti d’età (prima il limite era a 45 anni). Ora però capiamo quali sono i vantaggi del riscatto agevolato!

Riscatto della laurea agevolato: come funziona

Riscatto della laurea agevolato: quanto costa

Per conteggiare il costo totale del riscatto della laurea ordinario generalmente si moltiplica l’aliquota IVS vigente (33 per cento) per l’ultima retribuzione imponibile (perciò il prezzo finale è diverso per ogni ex studente), mentre nel riscatto agevolato l’aliquota IVS per il reddito minimo soggetto a imposizione della Gestione Inps artigiani e commercianti (così come succede da anni invece per chi chiede il riscatto della laurea ordinario ma è inoccupato). In parole povere per riscattare la laurea con agevolazioni bisogna pagare circa  5.200 euro per ogni anno di studi. La richiesta può essere effettuata fino al 31 dicembre 2021, ma il tutto potrebbe essere posticipato al 31 dicembre 2022.

Riscatto della laurea agevolato: come fare la domanda

La domanda per il riscatto della laurea agevolato va fatta sul sito dell’INPS attraverso pagoPA: importo è detraibile fiscalmente al 50 per cento e si può pagare in un’unica soluzione oppure a rate (un massimo di 120 rate mensili per un importo minimo non inferiore ai 30 euro) fino a 10 anni, senza interessi.

Leggi anche: