Test Professioni Sanitarie 2021: aumenta il numero degli ammessi

Sono aumentati ufficialmente i posti disponibili per le lauree delle 22 professioni sanitarie: le necessità avute durante il periodo della pandemia hanno spinto il MUR ad accrescere il potenziale formativo per l’anno accademico 2021/2022 e probabilmente anche per i futuri. Per il prossimo anno ci sono così a disposizione in via provvisoria 30.180 posti, tuttavia questa cifra potrebbe diminuire per alcune professioni, in base alle indicazioni del prossimo accordo della Conferenza Stato-Regioni. Lo ha previsto il decreto provvisorio del Mur che fa slittare così anche la data del test d’ammissione: quando ci sarà?

Test Professioni Sanitarie 2021 rimandato: ecco la nuova data

Test Professioni Sanitarie 2021: la nuova data

Il test di Professioni Sanitarie 2021 slitta di una settimana: dal 7 settembre passa al 14 settembre. “La pandemia ha colpito, le regioni hanno chiesto un incremento di posti, l’università ha risposto aumentandolo da 26.600 dello scorso anno ai 30.000 di quest’anno. Il decreto è però provvisorio – ha dichiarato in esclusiva all’ANSA Angelo Mastrillo, professore all’Università degli Studi di Bologna e segretario della Conferenza dei Corsi di Laurea delle Professioni – e i posti verranno ridotti per alcune professioni. Probabilmente alla fine avremo in tutto 1.400 posti in più rispetto allo scorso anno (+5%)”. Nello specifico sono previsti 17.133 posti per Infermieri (+ 1.120) numero che non dovrebbe subire modifiche. “Quest’anno – ha chiosato Mastrillo – siamo costretti purtroppo a segnalare un forte ritardo da parte della Conferenza Stato-Regioni che non ha ancora stipulato l’accordo per il fabbisogno delle 22 professioni sanitarie”.

Leggi anche:

Test Professioni Sanitarie 2021: cosa studiare

Il test di Professioni Sanitarie è generalmente composto da 60 domande a cui bisogna rispondere in 100 minuti.
Le domande vengono elaborate dalle singole università (anche i risultati e le graduatorie sono gestiti in maniera autonoma dagli atenei), anche se la struttura della verifica rimane la medesima su tutto il territorio nazionale:

  • 12 domande di cultura generale
  • 10 domande di logica
  • 18 domande di biologia
  • 12 domande di chimica
  • 8 domande di fisica e matematica

Per quanto riguarda le materie da studiare, queste sono le stesse a livello nazionale. Il bando ufficiale del Miur contiene tutte le informazioni utili.

Potrebbe interessarti anche: