Velocità della Luce: definizione

In fisica la velocità della luce è la velocità di propagazione di un’onda elettromagnetica, indicata con la lettera ‘c’ dal latino ‘celeritas’ che sta per ‘celerità’. Nel vuoto la luce si propaga in linea retta ad una velocità costante di 299 792 458 metri al secondo che, per semplicità, possono essere approssimati a 300 000 000 m/s ovvero 3 × 108  m/s. Si tratta di una costante fisica indipendente dalla velocità dell’oggetto che emette la radiazione, equivalente approssimativamente alla velocità del vuoto, oltre ad essere considerata la velocità massima a cui può viaggiare qualsiasi informazione nell’universo.

Velocità del Suono: definizione

La velocità del suono è la velocità con cui un suono si propaga in un certo ambiente. A differenze di quella della luce che è costante, la velocità del suono varia a seconda del mezzo e delle sue proprietà specifiche come la temperatura. Per quanto riguarda l’aria la velocità del suono è di 331 m/s a 0 °C, pari a 1 191,60 km/h, e di 344 m/s a 20 °C (temperatura ambiente) pari a 1 237,68 km/h. È bene ricordare che il suono si propaga in modi diversi a seconda che sia in un solido, in cui tutte le molecole sono collegate solidamente fra loro, oppure in un fluido come liquidi o gas in cui le molecole sono incoerenti e in movimento.

Velocità della Luce e del Suono: differenze

Innanzitutto la velocità della luce è una costante fisica indipendente dall’oggetto che emana la radiazione, mentre la velocità del suono varia a seconda del mezzo che attraversa: basti pensare che il suono si propaga più velocemente nell’acqua rispetto all’aria. Inoltre, stando alle misure scientifiche, la velocità di propagazione della luce è molto più grande di quella di propagazione del suono. Specificatamente il rapporto tra i due valori è:

(3 × 108  m/s) / (344 m/s) = 872600

Data questa equazione è possibile affermare che la velocità della luce è circa 872 volte più grande di quella del suono. Per questo motivo durante un temporale è possibile vedere prima il lampo e, dopo un lasso di tempo, il tuono ad esso collegato.

Leggi anche: