Parco Nazionale d’Abruzzo: tutto quello che dovete sapere

Pronti a vivere un’altra avventura, per ora virtuale, in uno dei parchi più belli d’Italia? Si, avete capito bene, oggi andiamo alla scoperta del Parco Nazionale d’Abruzzo per scoprire tutto quello che dovete sapere, vedremo quali animali ci sono, le aree faunistiche e vi daremo qualche suggerimento su dove dormire se volete andare a visitarlo. Insieme al Parco Nazionale del Gran Paradiso, è uno dei parchi più antichi d’Italia istituito nel 1921, al suo interno sono conservate alcune specie faunistiche italiane molto importanti e presenta un’importante varietà di ambienti. Dopo questa brevissima, ma doverosa presentazione, andiamo a fondo nel nostro viaggio.

Non perderti: Parco Nazionale dello Stelvio: dove si trova e cosa vedere

Parco Nazionale d’Abruzzo: quali animali ci sono

Il Parco Nazionale d’Abruzzo è la dimora di alcune specie animali e faunistiche italiane molto importanti. La lista è lunga, quindi abbiate pazienza e non tralasciatene nessuna; il lupo appenninico, la line, il camoscio d’Abruzzo e l’orso bruno marsicano sono alcune delle specie tenute all’interno del parco.  Vengono tenute all’interno di aree protette in cui possono vivere liberamente e in piena libertà, possono essere osservati , soprattutto, protetti dalle avversità che potrebbero vivere all’esterno.

Parco Nazionale d’Abruzzo: le aree faunistiche

Come detto prima, le aree faunistiche sono delle zone recintate in cui questi animali possono vivere in uno stato di semilibertà, possono essere osservati dai visitatori, protetti da chi ne ha a cuore la sopravvivenza e li tiene lontani dai pericoli che potrebbero derivare dall’esterno. Le aree faunistiche sono diverse, c’è l’imbarazzo della scelta:

  1. Parco faunistico del Centro Visite di Pescasseroli
  2. Area faunistica del Lupo di Civitella Alfedena
  3. Area faunistica della Lince di Civitella Alfedena
  4. Area faunistica dell’Orso bruno marsicano di Villavallelonga
  5. Area faunistica del Cervo di Lecce dei Marsi
  6. Area faunistica del Cervo di Scanno
  7. Area faunistica del Camoscio di Opi
  8. Area faunistica dell’Orso bruno di Campoli Appennino

Parco Nazionale dell’Abruzzo: dove dormire

Il Parco è una delle migliori attrazioni dell’area interessata e fa girare notevolmente il turismo, tanto da contare grandi numeri di turisti che ogni anno lo scelgono come meta per i propri viaggi. La zona offre una vasta gamma di strutture alberghiere in cui decidere di alloggiare per far visita al parco, si possono trovare Bed and Breakfast, ostelli, affittacamere, agriturismi e campeggi. Per poter approfittare di eventuali offerte e non rischiare di rimanere senza un tetto e un letto in cui dormire, vi consigliamo di prenotare con un po’ di anticipo.

Leggi che: Parco Nazionale di Komodo: dove si trova e come arrivare