Gigi Proietti e le barzellette: le più divertenti

Sono passati poschissimi giorni dalla triste scomparsa di Gigi Proietti e sulle reti televisive, su internet e ovunque non si fa altro che parlare di lui, della sua carriera e dei suoi film. Ma noi vogliamo dirvi altro, vogliamo darvi l’elenco delle 10 barzellette più divertenti del mattatore più famoso e più amato d’Italia. Mancherà tantissimo a tutti, noi non vogliamo dimenticarlo; anzi, vogliamo onorare il suo ricordo con tutto quello che ci ha lasciato.

Leggi anche: Gigi Proietti: quale malattia combatteva

Gigi Proietti: le barzellette più divertenti

La carriera di Gigi Proietti potrebbe essere decantata e descritta in un libro che potrebbe rendergli il giusto omaggio. Ovviamente questo è un nostro pensiero, non sappiamo se e quando si farà, ma noi dal canto nostro vogliamo darvi l’elenco delle 10 barzellette più divertenti di Gigi Proietti:

  • La barzelletta del posto vuoto allo stadio: Un signore va allo stadio per vedere la partita della Roma; non ci sono rimasti molti posti liberi… Ad un certo punto ne vede uno, e chiede al signore seduto a fianco:– Scusi, è libero quel posto?– Sì sì, è libero… è libero… ora è libero!E il signore singhiozza, piange… si vede che è molto commosso e addolorato.L’altro lo guarda, non sa bene che dire… e l’altro gli spiega:– No, perché io venivo qui allo stadio con mia moglie… questo era il suo posto, qui vicino a me. Quando la Roma segnava, ci abbracciavamo. Quando la Roma perdeva, piangevamo insieme! Ora lei non c’è più, è morta!– Mi spiace tanto, ma su, non faccia così… vedrà che…– … Ma come faccio io adesso a venire qui allo stadio senza di lei! Come faccio?– Eh, la capisco, non è facile. Ma magari ci può venire con qualche altro parente…– No, oggi no: sono tutti al suo funerale.
  • La barzelletta del 18: Un uomo si alza al mattino e comincia a dire sempre: “Diciotto, diciotto, diciotto”. Fino a quando viene seguito da un altro che gli chiede: “Scusi, ma perché dice sempre diciotto?”.

Gigi Proietti: le altre barzellette

La simpatia, l’ironia e l’autoironia di Gigi Proietti non verranno mai dimenticate; il suo patrimonio artistico è ricco di film, opere teatrali, sketch e barzellette. Dopo avervi elencato le più divertenti, ecco le altre che non dimenticheremo mai:

  • La barzelletta dell’orango;
  • L’asino;
  • La barzelletta della vecchia;
  • L’avvocato.

Leggi anche: