Gigi Proietti: il suo amore per la Roma

Il grande Gigi Proietti non era solo un grande attore di cinema e teatro, ma nella vita era un grande tifoso della sua squadra del cuore, la “magica”, la Roma. Ovviamente la sua scomparsa ha lasciato anche un immenso vuoto nel cuore della squadra, di ex e attuali giocatori, dirigenti e tutti quelli che ne fanno e ne hanno fatto parte. Era amore a tutti gli effetti ed era corrisposto in tutto e per tutto. Gigi Proietti era un tifoso viscerale della sua Roma.

Leggi anche: Gigi Proietti: quale malattia combatteva

Gigi Proietti e la Roma: un tifoso viscerale

Quando parlava della sua Roma, Gigi Proietti si mostrava sempre speranzoso di vedere un altro scudetto; nessuno riuscirà mai a dimenticare l’abbraccio fra il maestro e il presidente Sensi dopo il terzo scudetto. Per rendere l’idea dell’amore per la squadra, riportiamo le sue parole: nonostante gli ultimi anni di alti e bassi che definiva “una tragedia! Ma noi che amiamo il teatro riusciamo ad amare anche lei”. L’attore romano non si perdeva nemmeno una partita. “Faccio una mandrakata e arrivo“, diceva agli amici. Se poi non poteva proprio spostarsi, faceva installare una tv sul set di un film o spostava le prove del teato: “Scusatemi, ma c’è la Roma…“.

Gigi Proietti e la Roma: la stima per Francesco Totti

Nella sua vita di tifoso della Roma, non ha pootuto non sentirsi profondamente legato a Totti per il quale ha sempre espresso parole piene di stima e rispetto.: “Francesco è stato un fedelissimo indossando una sola maglia – aveva commentato circa un anno fa -. Rispetto a Francesco, si va oltre il fatto puramente tecnico, lui è uno di quei personaggi che scavalcano questo aspetto, è una icona. Non credo nascerà un altro Totti. Il figlio Christian gioca? Allora si sbrigasse…”.

Leggi anche: