Il Trono di Spade: teorie sul Re della Notte

Siamo alle battute finali di Game of Thrones e i nostri dubbi sull’identità del Night King si stanno facendo sempre più insistenti: chi è veramente il Re della Notte e qual è il suo obiettivo? Nonostante siano passate otto stagioni, il personaggio rimane avvolto ancora da un alone di mistero e non sappiamo con certezza cos’è che cosa voglia veramente. Cerchiamo allora di fare chiarezza e proviamo a prendere in considerazione qualche teoria che abbiamo recuperato sul web.

Leggi anche: Personaggi Trono di Spade: cronologia dei morti

Game of Thrones: chi è il Night King?

Sulla figura del Re della Notte i fan di GoT si sono davvero sbizzarriti, fornendo teorie su teorie davvero incredibili. Alcune di queste però ci hanno incuriosito e potrebbero avvicinarsi alla verità.  Alcuni spettatori hanno ingrandito l’immagine di EW in cui è rappresentato il Re della Notte e hanno notato che le sue pupille somigliano a stelle a sette punte, simboli del culto religioso dei sette. Il Night King sarebbe quindi Symeon Star-Eyes, il cavaliere leggendario dell’Età degli Eroi che avendo perso gli occhi li sostituì con due zaffiri stellati. Oppure, sempre in relazione alle pupille, il Re della Notte sarebbe lo Straniero, uno dei sette dei venerato dagli Andali, il quale rappresenta la morte e porta le anime verso l’altro mondo.  Secondo alcuni invece il Re della Notte sarebbe il vero eroe di Game of Thrones, arrivato per punire gli uomini che non hanno rispettato i patti stipulati durante la Lunga Notte. Secondo i patti, gli Estranei dominerebbero tutto ciò che è a nord della Barriera, mentre gli uomini avrebbero il resto dei Sette Regni e s’impegnerebbero a non usare la magia come i draghi e l’acciaio di Valyria e a offrire sacrifici umani, come abbiamo visto fare a Craster.

Per saperne di più: Game of Thrones: chi sono veramente gli Estranei

Night King: cosa farà in Game of Thrones 8

Chiunque sia il Re della Notte, sappiamo che ormai è in cammino con il suo esercito di Estranei e non-morti. Per quanto ne sappiamo, dovrebbe essere arrivato a Grande Inverno attirato da Bran Stark, ma secondo una nuova teoria che circola sul web pare che non sia proprio così: il Re della Notte non sarebbe a capo dell’armata arrivata a Grande Inverno, ma sarebbe diretto verso Approdo del Re, così da non mettere in pericolo Viserion e attaccare Cersei e la Compagnia Dorata. In questo modo il Night King trasformerebbe la Compagnia Dorata in un esercito di non-morti e avrebbe più soldati contro Jon Snow. Stando a questa teoria, Jon e i suoi alleati dovrebbero riuscire a sconfiggere la coalizione che sta per attaccare Winterfell, ma poi dovranno affrontare il Re della Notte con il suo nuovo esercito.

Leggi anche: