I proverbi legati all’Epifania sono parecchi, e molti di questi hanno origine regionale. Sicuramente tutti conoscono quello che recita: “l’Epifania tutte le feste di porta via” che sottolinea come quella che viene celebrata il 6 gennaio sia l’ultima delle feste natalizie, quella che chiude il magico e lungo periodo che ha preceduto e seguito immediatamente il Natale. Ma non è il solo detto della Befana. Ecco i più conosciuti.

Leggi: Befana in Inglese: ecco perché la traduzione non esiste

Proverbi sull’Epifania

La Befana non ha nulla a che vedere con il significato religioso dell’Epifania. Secondo alcuni, infatti, tale personaggio immaginario sarebbe la personificazione di Madre Natura. I regali che la vecchina porta – ovvero Madre Natura invecchiata alla fine dell’anno – sarebbero il simbolo dei semi dai quali la stessa rinascerebbe. Al di là di quale sia il significato più profondo, ecco i proverbi sull’Epifania che dovreste conoscere.

  • All’Epifania, un’ora in più
  • Dopo l’Epifania il sole indugia sulla via
  • Di Befana, la rapa è vana
  • L’Epifania il più gran freddo che ci sia
  • Di Pasqua Epifania il vento se ne va via
  • L’Epifania tutte le feste porta via
  • La notte di Befana, nella stalla parla l’asino, il bove e la cavalla
  • Per l’Epifania, Carnevale a tutto spiano
  • Befania, tutte le feste manda via, e Santa Maria, tutte le ravvia
  • La note de l’Epifania tute le bestie parla
  • La note dla Pasqueta e’scor e’ ciù e la zveta” (la notte dell’Epifania parlano il chiurlo e la civetta)
  • Per la Pasqueta, Carnvèl a bacheta (Per l’Epifania Carnevale a tutto spiano)
  • L’Epifania tutte le feste le porta via, poi arriva San Benedetto che ne riporta un bel sacchetto

Detti popolari sull’Epifania, il significato

Se i proverbi sull’Epifania sono abbastanza chiari, volendo approfondire il significato di alcuni dei detti, iniziamo dal primo: “All’Epifania, un’ora in più” sta ad indicare che, dopo il solstizio d’inverno (21 dicembre) che ha visto trascorrere il giorno più corto dell’anno, le giornate iniziano ad allungarsi e il buio tende ad arrivare sempre più tardi. “Di Befana, la rapa e vana”, invece, significa metaforicamente che ogni cosa ha il suo tempo. Quando arriva l’inizio di gennaio, non si possono più mangiare le rape in quanto non è più il loro periodo. E ancora “Di Pasqua Epifania il vento se ne va via”, che non deve trarre in inganno. Il termine Pasqua indicava anticamente e indistintamente le più importanti festività. Il proverbio considera il 6 gennaio come la data spartiacque fra il periodo freddo, caratterizzato dai freddi venti invernali, e quello mite che lo segue.

Leggi anche: