Wired Next Fest 2019 a Milano: date

Wired Next Fest arriva per la decima edizione torna a Milano dal 24 al 26 maggio presso i Giardini Indro Montanelli, Corso Venezia 55. Un evento a ingresso libero e gratuito promosso dalla casa editrice Condé Nast e organizzato da Wired Italia, che quest’anno festeggia il decimo anno di vita. Il più importante festival italiano che festeggia e racconta la scienza, la tecnologia, il business, la rete, la ricerca, l’innovazione sociale, la voglia di cambiamento e l’evoluzione ha un ricco programma di appuntamenti.

Wired Next Fest 2019 a Milano: date, programma, biglietti

Wired Next Fest 2019 a Milano: programma

Il programma ricco di incontri e attività dedicati a tecnologia, politica, scienza, arte, Rete, sarà completato da una line up musicale: Manuel Agnelli e Rodrigo d’Erasmo, Daniele Silvestri, Beba, Ghemon, Martux_M, Ofenbach, Hot Chip dj set, Ivreatronic dj set feat. Cosmo/Enea Pascal/Foresta/Splendore, Berkcan Demir e Merk & Kremont.

  • Live 24 maggio
  • Manuel Agnelli e Rodrigo D’Erasmo
  • Daniele Silvestri
  • Ghemon
  • Beba
  • Martux_M

 

  • Live 25 maggio
  • Ofenbach
  • Hot Chip Dj set
  • Ivreatronic dj set feat. Cosmo/Enea Pascal/Foresta/Splendore
  • Berkcan Demir
  • Merk & Kremont

Non solo. La musica sarà protagonista anche del programma della conferenza grazie alla partecipazione di numerosi artisti che si racconteranno sui palchi del WNF, come Levante, Ex-Otago, Elodie, Boosta, Tricarico, Dario Faini, Charlie Charles, Mike Lennon, Chiara Galiazzo, Elio, Nina Zilli e Myss Keta. Ci sarà anche spazio per la musica classica con l’orchestra elastica LaFil, il Direttore Generale del Teatro Regio di Parma Anna Maria Meo, la direttrice d’orchestra Beatrice Venezi e il compositore Giovanni Allevi.

Wired Next Fest 2019 a Milano: biglietti

L’ingresso al Wired Next Fest 2019 a Milano è gratuito. Lo scorso anno l’edizione milanese ha contato oltre 150mila partecipanti, più di 850mila utenti hanno preso parte al WNF via streaming e migliaia di studenti della città meneghina hanno seguito con curiosità e attenzione gli oltre 200 relatori che sono intervenuti.