Il recruiting nel periodo covid: tutti i trend

Il Covid 19 ha cambiato le modalità di recruiting. Molte aziende hanno subito un forte impatto in questo momento difficile, anche se ancora molte stanno continuando ad assumere, spostando tutto il processo di recruiting on line. Le persone non devono essere intimidite dal passaggio al recruiting on line, ma devono semplicemente fare attenzione ad alcuni dettagli come, ad esempio, assicurarsi che la videocamera sia accesa per il colloquio. I video colloqui possono avere un impatto positivo sull’esperienza del candidato e danno anche alle aziende la possibilità di entrare in contatto con un numero di candidati più ampio, con cui magari non avrebbero potuto comunicare.

Trend Recruiting nel periodo covid: come migliorare le candidature

Come sempre, è meglio personalizzare il proprio curriculum per ogni tipo di lavoro per cui ci si candida. Questa è un’ottima opportunità per evidenziare ciascuna delle proprie abilità trasferibili in relazione all’esigenza di ciascun datore di lavoro. Approfittare delle risorse di lavoro specifiche: in questo momento di Covid 19, tutte le organizzazioni stanno sviluppando delle risorse gratuite per le persone il cui lavoro è stato interessato dal Covid 19. Le aziende potrebbero essere più lente del solito a rispondere e, quindi, non ci dobbiamo scoraggiare se non riceviamo subito una risposta, ma dobbiamo continuare a fare domande per nuove opportunità, magari chiamando il più possibile le aziende per cui ci siamo candidati.

Recruiting nel periodo post covid: i settori con maggiore richiesta

Nel periodo post Covid continuerà ad esserci un aumento dell’uso della tecnologia intesa come supporto a piattaforme digitali. Si prevede, infatti, che saranno ricercati circa 250 mila lavoratori con specifiche competenze informatiche. Dallo sviluppo di software e alla progettazione di nuovi siti web. Per quanto riguarda il middle management si cercano Data Scientists e Digital Innovation Specialist. Ovvero figure professionali che ruotano intorno alla trasformazione digitale dei business e delle aziende.

Leggi anche: Referente Covid a scuola: chi è e cosa fa