Nell’ambito delle indicazioni operative per la gestione dell’emergenza Coronavirus a scuola è stata introdotta la figura del referente scolastico Covid: ma chi è e quali sono le sue mansioni? Così come avviene per tutte le nuove figure professionali non regolamentate da un contratto, aleggia non poca incertezza intorno a chi andrà ad occuparsi di tale arduo ruolo. Facciamo un po’ di chiarezza.

Chi è il referente scolastico Covid?

Ciò che è certo è che il referente – uno per ogni istituto – dovrà essere individuato dal dirigente scolastico e, ovviamente sua previa disponibilità, dovrà poi essere adeguatamente formato.

“In ogni scuola deve essere identificato un referente (Referente scolastico per COVID-19), ove non si tratti dello stesso dirigente scolastico, che svolga un ruolo di interfaccia con il dipartimento di prevenzione e possa creare una rete con le altre figure analoghe nelle scuole del territorio”.

Dovrà inoltre essere individuato un suo vice, ovvero un sostituto che svolga analoghe funzioni in sua assenza.

Referente Covid a scuola: quali sono le sue mansioni?

Il referente scolastico per il COVID-19 deve, tra le altre cose:

  • interfacciarsi con il dipartimento di prevenzione e creare una rete con le altre figure professionali che ricoprono lo stesso ruolo presso gli altri istituti scolastici del territorio;
  • comunicare al dipartimento di prevenzione gli eventuali casi di numeri elevati di studenti appartenenti ad una classe che effettuano massicce ed improvvise assenze;
  • deve fornire un elenco dei componenti di una classe (e dei relativi insegnanti) nel caso in cui si sia verificato un contagio;
  • deve contribuire alla ricostruzione dei contatti avvenuti nelle 48 ore antecedenti la comparsa dei sintomi;
  • deve fornire, in definitiva, un resoconto di tutte quelle informazioni utili a contenere eventuali contagi.

Leggi anche: