Lavori estivi all’estero: quello che dovete sapere

Dopo un lungo inverno passato sui libri a studiare si aspetta con molta ansia l’arrivo dell’estate. Alcuni partono per le vacanze, scelgono calde mete di mare in cui abbandonarsi al suono delle onde del mare, altri optano per la scelta di iniziare a lavorare. Tanti altri approfittano della stagione estiva per andare all’estero e cercare lavoro lì. Lavorare all’estero rappresenta un’importante occasione di crescita, in primo luogo perché si sceglie un paese in cui non si parla la propria lingua, lontano da casa e poi perché niente come questo tipo di esperienza forma meglio una persona. Ma vediamo quali sono i 7 impieghi stagionali e soprattutto dove andare.

Leggi anche: Lavori estivi per ragazzi: 7 idee di part time

Lavori estivi all’estero: 7 impieghi stagionali

Se avete voglia di intraprendere un’esperienza lavorativa all’estero e avete bisogno di qualche consiglio, ci siamo qui noi. Innanzitutto vogliamo parlarvi degli impieghi più richiesti e, infine, consigliarvi le mete dove andare. Iniziamo subito con gli impieghi:

  1. Lavapiatti: si tratta di un lavoro sempre molto richiesto, i ristoranti hanno bisogno di molto personale;
  2. Cameriere: se ci si trova all’estero da lavapiatti si passa a cameriere, ma solo dopo aver dimostrato una buona padronanza della lingua ospite che sia in grado di farvi capire dagli altri e capire quanto vi viene detto;
  3. Barman: i locali, che siano diurni o notturni, hanno sempre bisogno di barman che siano uomini o donne, che sappiano fare dai caffè ai cocktail;
  4. Ragazza alla pari: si tratta del miglior modo per imparare una lingua, vivere nella stessa casa con parlanti nativi e interfacciarsi per qualsiasi cosa;
  5. Guida turistica: se conoscete bene la lingua e la città in cui andrete a vivere, il lavoro da guida turistica potrebbe essere quello che fa per voi;
  6. Pr: per poter intraprendere questo lavoro è necessario avere una buona cerchia di amicizie, ma sappiamo che non avrete difficoltà a trovarle;
  7. Accompagnatore di gruppi scolastici: infine questo è il lavoro che permette di viaggiare all’estero, imparare una nuova lingua e fare da guida a giovani ragazzi.

7 impieghi stagionali per lavorare all’estero: dove andare

Per concludere, vi vogliamo consigliare qualche posto in cui andare per la vostra esperienza di lavoro all’estero:

  1. Nuova Zelanda: dopo aver richiesto il visto, sarà facile per voi trovare lavoro visto il tasso di occupazione molto alto;
  2. Regno Unito: nonostante la brutta faccenda della Brexit, il Regno Unito resta tra le mete più ambite;
  3. Australia: qui si guadagna bene anche se c’è da considerare l’alto costo della vita.