Lettera di referenze: quello che dovete sapere

La ricerca del lavoro è un’ipresa abbastanza difficile e che bisogna portare avanti con costanza e molta pazienza. Il primo passo da fare è quello di scrivere il vostro curriculum vitae, che deve essere ben fatto, curato nei dettagli e, per essere ancor più efficace, dovrebbe essere accompagnato da una lettera di presentazione e da una lettera di referenze. Oggi vogliamo darvi qualche piccolo consiglio con qualche esempio di lettera di referenze; siamo consapevoli delle difficoltà che si incontrano nella ricerca del lavoro, quindi siamo contenti se possiamo darvi una mano nei piccoli dettagli.

Lettera di referenze: cos’è

Una lettera di referenze è un documento che accompagna il curriculum vitae e che ha come obiettivo quello di rafforzare la presentazione di ogni candidato, fornendo dettagli sul suo operato passato, sulle proprie competenze, raccontando le doti e la storia professionale dal punto di vista del datore di lavoro. Si tratta di un tassello fondamentale per un futuro e sconosciuto datore di lavoro che ci conosce la prima volta solo attraverso un curriculum cartaceo. La lettera di referenza viene solitamente richiesta al direttore del personale o al datore di lavoro dell’ultima azienda presso cui sei stato impiegato. La referenza può essere scritta direttamente dall’ex datore di lavoro, oppure, in autonomia, possiamo scrivere una bozza per poi farla rivedere al responsabile. In questo caso, il datore avrà solo l’onere di fare una revisione finale e di firmarla.

Lettera di referenze: un esempio

Se vi capita di dover provvedere ad una lettera di referenza e non sapete proprio da dove iniziare, ecco un esempio pronto per voi:

Spettabile [NOME CONTATTO],
con la presente certico che il Sig. /la Sig.ra [NOME E COGNOME] ha prestato attività lavorativa presso
[NOME AZIENDA] dal ___ al ___ in qualità di [RUOLO PRINCIPALE RICOPERTO IN AZIENDA].
Durante la sua collaborazione con la nostra Azienda, ha sempre svolto l’incarico adatogli/le con
correttezza e precisione, presentandosi con puntualità al lavoro e dimostrando versatilità anche nel
prestarsi a mansioni non attinenti direttamente al suo ruolo, come __________.
Tutte queste caratteristiche l’hanno reso/a per noi un/a prezioso/a collaboratore/trice. Preciso, inoltre, che il
nostro rapporto di lavoro è terminato a seguito di [ESEMPIO: “SUE DIMISSIONI VOLONTARIE, DETTATE
ESCLUSIVAMENTE DALL’OBIETTIVO DI UN’ULTERIORE CRESCITA PROFESSIONALE” O “UN MOMENTO DI
DIFFICOLTÀ DELL’AZIENDA”], che ci ha impedito di assicurare al Sig./alla Sig.ra [NOME E COGNOME] il
meritato rinnovo contrattuale nonostante le sue indiscusse qualità professionali.
Resto a Vostra disposizione per eventuali ulteriori informazioni.
[FORMULA DI SALUTO. ESEMPIO: CORDIALI SALUTI oppure DEFERENTI SALUTI]

Firma

Leggi anche: