Se li conoscete già probabilmente li invidiate: chi sono i nomadi digitali e come fare per diventarlo? Sempre più numerosi – non potrebbe essere altrimenti – i nomani digitali rappresentano una “categoria professionale” strettamente legata all’epoca moderna e, soprattutto, alle nuove tecnologie. Se siete stanchi di trascorrere 8 ore al giorno in ufficio, probabilmente le storie dei nomadi digitali che girano in rete potrebbero servirvi da sprono per cambiare vita. Perché non approfondire l’argomento?

Nomadi digitali: chi sono

E’ presto detto: un nomade digitale non è altro che un lavoratore in remoto, colui il quale può tranquillamente svolgere le proprie attività lavorative – servendosi esclusivamente di un pc e di una connessione ad internet – da una qualsiasi parte del mondo. Bello, no? Nonostante sembri facile, e probabilmente lo è per chi lo fa già, iniziare una tale avventura per chi non è avvezzo a questo mondo può non essere così semplice.

Come diventare un nomade digitale

Inutile cercare siti ed offerte di lavoro per nomadi digitali se prima non si hanno chiare le proprie abilità e la propria predisposizione in tal senso ma, soprattutto, se non si ha evidente la scelta di vita che comporta: poche certezze, tanta flessibilità e non qualche sacrificio. Ma, di contro, anche una libertà ed una flessibilità delle quali difficilmente si può godere altrove e la possibilità di poter vivere ovunque nel mondo e di poter viaggiare molto di più non avendo particolari vincoli. Per diventare un nomade digitale è necessario svolgere un’attività lavorativa che soddisfi i due requisiti che abbiamo visto sopra.

Tra i lavori per diventare nomadi digitali più comuni ci sono:

  • Web Writer
  • Copywriter
  • Scrittore
  • Giornalista
  • Blogger
  • Travel Blogger
  • Assistente virtuale
  • Sviluppatore
  • Web designer
  • Insegnante (online)
  • Traduttore
  • Programmatore
  • Social Media Manager
  • Content Manager
  • Digital Marketing Manager
  • Fotografo
  • SEO expert
  • Video Maker
  • E-commerce

Bene, se anche una sola di queste attività è nelle tue corde, perché non provare? Anche tu potresti diventare un lavoratore in remoto.

Leggi anche: