Revisore contabile: cosa fa e competenze

Il revisore contabile è una figura fondamentale all’interno di una qualsiasi società, azienda, ente o associazione. Si tratta di un consulente innanzitutto esperto di lettura dei bilanci, oltre ad essere conoscitore esperto delle leggi italiane e internazionali. Tale figura viene assunta dalle aziende stesse per verificare la correttezza del bilancio in modo da assicurare trasparenza e giustizia a tutti i soggetti interni alla società. Il revisore dovrà, quindi, effettuare un’approfondita analisi del bilancio per poi produrre una documentazione precisa chiamata ‘revisione contabile‘. Questo documento sarà presentato non solo al fisco ma anche a tutti i soggetti interni all’azienda, come per esempio i soci, gli azionisti, i dipendenti, i fornitori e gli eventuali finanziatori. Per questo motivo il revisore non deve solo essere esperto in materia, ma anche avere ottime doti comunicative per tradurre a tutti i soggetti in parole comprensibili il contenuto del documento che ha redatto.

Leggi anche:

Revisore contabile: il percorso formativo

Per diventare revisore contabile bisogna seguire un percorso accademico preciso e molto impegnativo. La figura professionale deve essere esperta in materie come finanza, contabilità ed economia e quindi i corsi di laurea da intraprendere sono i seguenti:

  • Economia e commercio;
  • Economia aziendale;
  • Scienze dell’amministrazione e della consulenza del lavoro;
  • Giurisprudenza.

Successivamente è necessario svolgere tre anni di tirocinio svolti presso uno studio di revisione contabile, un ente che si occupa di queste materie o un revisore contabile professionista iscritto all’Albo. Solo in questo caso si potrà accedere all’Esame di Stato che verte su materie quali contabilità, economia aziendale e politica, diritto, gestione delle finanze, statistica, matematica e informatica. Una volta superato l’Esame il revisore contabile può richiedere l’iscrizione all’Albo ed esercitare la professione.

Leggi anche:

Revisore contabile: lo stipendio

Lo stipendio di un revisore contabile varia a seconda della sua posizione lavorativa. Tale figura, infatti, può lavorare come libero professionista, all’interno di uno studio di revisione contabile oppure come dipendente in un’azienda. Inizialmente con una qualifica a livello Junior lo stipendio medio annuo parte dai 18 mila euro annui. Dopo aver accumulato quattro anni di esperienza, il revisore passa al livello Senior e può arrivare a guadagnare intorno ai intorno ai 36 mila euro all’anno.