Documento 15 Maggio Maturità 2019: cos’è?

La Maturità 2019 è attesa dagli studenti dei quinto e tra i tanti dubbi c’è quello relativo a un documento che andrebbe consegnato entro il 15 maggio; intanto, tutti sono in trepidante attesa della pubblicazione da parte del Miur dell’ordinanza ministeriale che disciplinerà l’esame di Stato, che quest’anno dovrebbe arrivare a febbraio. Il documento del 15 maggio  deve essere prodotto dai consigli di classe delle quinte superiori; ma perché è così importante per il colloquio orale? Fino all’anno scorso era anche importantissimo per la terza prova, ma da quest’anno, visto che è stata uffcialmente abolita, il documento subirà di certo alcune modifiche. Scopriamo insieme tutte le novità… siete pronti?

Leggi anche: Novità del documento del 15 maggio e Documento 15 Maggio Maturità 2019: criteri non rispettati

Documento 15 Maggio Maturità 2019: cosa deve contenere?

Il documento del 15 maggio deve essere compilato dai consigli di classe delle quinte e deve contenere:

  • metodi, tempi e contenuti del percorso formativo;
  • strumenti e criteri di valutazione che sono stati utilizzati;
  • obiettivi raggiunti;
  • tutti gli elementi utili per lo svolgimento delle prove, soprattutto per il colloquio orale.

Documento 15 Maggio Maturità 2019: a cosa serve?

Sì, tutto molto bella ma il documento del 15 maggio a cosa serve? In poche parole è indispensabile per aiutare la commissione d’esame ma soprattutto i commissari esterni che non conoscono gli studenti e a capire quali sono gli argomenti studiati durante l’anno sui quali si possono fare domande. Fino allo scorso anno, il documento era molto importante soprattutto per la preparazione della terza prova, ma da quest’anno, visto che questa non ci sarà più, sarà utile per tutto lo svolgimento della Maturità. Infatti, se un argomento non è presente nella lista presentata dal consiglio di classe non può essere presente all’esame; un’arma a doppio taglio paurosa: potreste cancellare alcuni argomenti dal ripasso ma doverne aggiungere altri che non avevate preventivato. Non sottovalutate l’importanza del documento: se avete dimenticato degli argomenti perché magari li avete trattati poco, toccherà ritornarci su se non volete arrivare impreparati! Ricordatevi che i commissari esterni si fideranno solo ed esclusivamente del documento del 15 maggio.

Se sei preoccupato e hai bisogno di aiuto, iscriviti al nostro gruppo Facebook: Maturità 2019: #esamenontitemo