Gianrico Carofiglio è uno scrittore, politico e magistrato italiano. Nato a Bari nel maggio del 1961 da Enza Buono (scrittrice), è fratello di Francesco Carofiglio, anche lui scrittrore ed illustratore. Vive a Bari con la moglie ed i loro due figli. Magistrato dal 1986, si è dimesso da tale carica per dedicarsi alla scrittura a tempo pieno.

Gianrico Carofiglio, i libri

Dopo svariate pubblicazioni di settore, ha esordito nella narrativa con Testimone inconsapevole (Sellerio, 2002), romanzo con il quale inaugura la fortunata serie che vede per protagonista l’avvocato Guido Guerrieri. Sempre per Sellerio, nel 2003 esce Ad occhi chiusi, secondo romanzo dedicato al personaggio. Vincitore del Premio Bancarella 2005 con Il passato è una terra straniera (Rizzoli, 2004), Carofiglio torna due anni dopo con Ragionevoli dubbi, che continua a trattare le avventure del popolarissimo Guido Guerrieri, cui nel 2007 sarà dedicata una serie televisiva di successo. Nel 2008 vede quindi la luce Né qui né altrove. Una notte a Bari, mentre il 2010 porta l’uscita della quarta avventura del noto avvocato, Le perfezioni provvisorie, rimasto per otto settimane al primo posto nella classifica dei libri più venduti in Italia.

Nell’ottobre 2011 esce quindi per Rizzoli Il silenzio dell’onda, finalista al Premio Strega, seguito, nel 2013, da Il bordo vertiginoso delle cose. Il 2014 si rivela un anno molto prolifico per l’autore pugliese, che a marzo pubblica La casa nel bosco, romanzo scritto in collaborazione con il fratello Francesco, cui seguono, a distanza di pochi mesi, Una mutevole verità e La regola dell’equilibrio, nuova avventura dell’avvocato Guerrieri. La misura del tempo, uscito nel 2019, è la sua ultima opera.

Sempre in vetta alle classifiche dei best seller, i libri di Gianrico Carofiglio hanno venduto oltre cinque milioni di copie e sono oggi tradotti in ben ventotto lingue. Autore multiforme che passa con disinvoltura dal romanzo a saggi, fumetti e racconti, Carofiglio è tra i più apprezzati giallisti italiani. E’ stato insignito di numerosi riconoscimenti e a lui va il merito di aver inventato il malinconico avvocato Guido Guerrieri (definito dal Times “un personaggio meravigliosamente convincente”), inaugurando così il filone del thriller giudiziario italiano.

Romanzi di Gianrico Carofiglio, la top 3

Sebbene non sia mai facile stilare una classifica dei migliori libri di un autore, nella top 3 dei romanzi di Carofiglio rientrano a pieno diritto quelli dedicati al suo più noto personaggio:

  1. Testimone inconsapevole, esordio letterario di sorprendente successo trattandosi di un’opera prima, è rimasto in classifica per ben 152. È il primo di tre romanzi incentrati sullo stesso protagonista e può essere considerato, a ragione, uno dei primi gialli giudiziari in quanto si basa sull’evoluzione di un processo penale vissuto attraverso gli occhi di un avvocato, il protagonista Guido Guerrieri.
  2. Ragionevoli dubbi, terza avventura del noto avvocato che si trova alle prese con un nuovo caso: un uomo in carcere, condannato per traffico di droga in primo grado si dichiara innocente.
  3. Una mutevole verità, la cui trama è questa volta incentrata sulle vicende del maresciallo dei carabinieri Pietro Fenoglio che si trova a indagare su un omicidio dove tutto appare troppo chiaro fin dall’inizio, mentre a Guerrieri riserva solo breve cameo.

Leggi anche: