Cosa significa sdilinquire? Una delle cause che determinano il disuso delle parole è la scarsa lettura, diretta conseguenza, forse, di tutte le “distrazioni tecnologiche” che rendono i libri un passatempo antiquato. Questa è l’occasione giusta per riscoprire il termine.

Sdilinquire: etimo e significato

Dal latino delinquĕre, mancare, venir meno, con s- intensivo, il termine sdilinquire sta a indicare l’illanguidirsi, indebolirsi, andare in deliquio, svenire. Il verbo può essere anche utilizzato con significato figurativo, assumendo la valenza di intenerirsi con troppa facilità, eccedere in effusioni sdolcinate, in smancerie.

Sinonimo di sdilinquire

Sinomini di sdilinquire, dunque, possono essere considerati i termini: indebolire, infiacchire o venir meno, andare in deliquio, indebolirsi, infiacchirsi. In senso figurato, invece, sciogliersi, essere svenevole, fare smorfie, fare moine, andare in brodo di giuggiole.

Contrari sono rinforzare, invigorire, rinvigorire o rinforzarsi, rinvigorirsi, riprendersi o ancora essere rude, essere rigido, essere severo.

Frasi con la parola sdilinquire

Alcune frasi con la parola sdilinquire delle quali servirsi come esempio, sono:

  • Sono sdilinquita dal caldo.
  • A furia di far diete gli si è sdilinquito lo stomaco.
  • Chi s’immaginerebbe mai che così come sono sdilinquisco per la fame? (I. Nievo).
  • Non c’è bisogno di sdilinquirsi tanto.
  • Si sdilinquisce per ogni complimento che le fanno.

Leggi anche:

photo credit: yeowatzup via photopin cc