INTRODUZIONE TESINA DI MATURITÀ: COME FARLA IN 7 STEP

Sei già alle prese con la Tesina di Maturità e vuoi sapere nel dettaglio come strutturarla? Hai già scelto l’argomento e hai trovato i collegamenti con le materie, ma hai dubbi su come scrivere l’introduzione? Per quanto possa sembrare apparentemente banale, scrivere l’introduzione della tesina di Maturità non è così facile in quanto l’inizio di un testo è sempre fondamentale per la buona riuscita dell’intero scritto. Detto questo, non ti preoccupare: scrivere l’introduzione, con i giusti consigli, non è così difficile! E ad aiutarti ci siamo noi: di seguito troverai sette step per scrivere l’introduzione della Tesina di Maturità.

Leggi anche: Introduzione Tesina Maturità: come si scrive?

INTRODUZIONE TESINA DI MATURITÀ: COME SCRIVERLA

Pronti per iniziare? Allora, partiamo subito: ecco come scrivere una bella ed efficace introduzione per la tesina di Maturità in sette passaggi!

  1. Scrivi l’introduzione alla fine. Tranquillo non sono impazzita: scrivere l’introduzione come ultimo passaggio della tesina non è una contraddizione. L’introduzione deve essere una presentazione del lavoro svolto, quindi scriverla dopo avere redatto tutto il corpo della tesina e le conclusione sarà molto più semplice. Ricorda infatti che l’introduzione e la conclusione hanno due scopi diversi: l’introduzione deve spiegare in breve argomento scelto, metodo di lavoro, motivi e collegamenti, mentre la conclusione espone le tue considerazioni e opinioni sul lavoro svolto.
  2. Apri l’introduzione con una frase a effetto. Può essere una citazione inerente al tema o all’autore trattato o una frase che porti i professori a guardare con interesse alla tua tesina (a incuriosirli). Così come nei libri si ricorda spesso l’incipit, cerca di rendere la tua tesina accattivante dal primo momento.
  3. Introduci l’argomento centrale del tuo lavoro. Per prima cosa, spiega qual è la tesi principale che svilupperai nella tua esposizione orale: deve essere chiaro fin da subito qual è l’argomento che affronterai, quindi spiegalo in poche righe.
  4. Illustra il metodo di lavoro adottato. Ogni lavoro accademico deve presentare i metodi di lavoro utilizzati. Nel tuo caso, questi potranno includere: ricerche che hai fatto su testi, documenti, interviste, raccolta di dati o analisi di grafici o altro e quali sono state le varie fasi di sviluppo del tuo lavoro.
  5. Spiega brevemente i motivi che ti hanno portato a scegliere quell’argomento.
  6. Riassumi brevemente l’impostazione della tua tesina. Fai riferimento ai collegamenti con le materie scelte spiegando in poche righe di cosa parlerai per ogni materia.
  7. Fai attenzione a presentazione, lunghezza e dettagli. L’introduzione della tesina non dovrebbe superare la pagina di lunghezza. Utilizza un font leggibile, ma carino e puoi personalizzare l’incipit con un font diverso o evidenziandolo (soprattutto se è una citazione). Puoi anche inserire un’immagine significativa e in linea con il contenuto. Dividi anche l’introduzione in paragrafi.

A questo punto non ti resta che rileggere l’introduzione e il resto del tuo lavoro: la tua tesina è finalmente pronta!

Leggi anche: Come si scrive una Tesina di Maturità

TESINA DI MATURITÀ: COME SI SCRIVE

Hai bisogno di altre dritte per scrivere la tesina di Maturità 2018? Consulta le nostre risorse: