Mappa concettuale sulla cellula procariotica

Ogni essere vivente, tranne i virus, è formato da cellule, piccole strutture che sono delimitate da una membrana e ricche di sostanze chimiche in soluzione acquosa che interagendo tra di loro forniscono alla cellula le sue proprietà basilari. Esistono due tipologie di cellule: le cellule procariotiche e le cellule eucariotiche, tra le quali ci sono diverse differenze. In generale la cellula eucariotica è più grande e più complessa di quella procariotica, ha un nucleo delimitato da una membrana, ospita il materiale genetico e contiene vari organelli.

Struttura della cellula procariotica

La cellula procariotica è la cellula più semplice e comprende organismi che appartengono a due dei tre regni: Bacteria e Archea. Possiede una parete cellulare formata da peptidoglicano, mentre sotto la parete cellulare c’è una membrana plasmatica con citoplasma che contiene DNA, RNA, proteine e molecole. Il citoplasma non ha un’organizzazione interna, mentre il DNA è isolato nel nucleoide, il quale non è delimitato da nessuna membrana. Il cromosoma dei procarioti è costituito da una molecola di DNA a doppia elica all’interno del nucleoide.

I procarioti: cosa sono

I procarioti sono quindi organismi viventi che non hanno il nucleo cellulare e rappresentano i primi organismi comparsi sul nostro pianeta. Si tratta degli esseri viventi più semplici e la loro presenza sulla Terra viene evidenziata dai fossili che risalgono a 3,7 miliardi di anni fa. Gli studiosi ipotizzano che si siano formati da protocellule, una sorta di primitiva unione di biomolecole esistenti nell’ambiente.

Cellula procariotica: mappa concettuale

Qui sotto troverai una mappa concettuale che attraverso parole chiave e immagini ti aiuterà a capire e a memorizzare meglio cos’è e com’è strutturata la cellula procariotica. Non ti rimane che stampare l’immagine e tenerla a portata di mano per il ripasso!


Mappa Concettuale pubblicata per gentile concessione di Mapper
(http://mapper-mapper.blogspot.it/)