Concorsi pubblici nell’esercito: VFP1 e VFP4

Siete interessati ai concorsi pubblici nell’esercito? Oggi siamo qui per parlarvi di quelli VFP1 e VFP4 e per darvi tutte le informazioni utili. Il 2020 è davvero l’anno dei concorsi e, se ne siete a conoscenza e avete i requisiti, non lasciatevi scappare questa grande occasione per entrare nel mondo del lavoro. Nel caso dell’esercito, dovrete avere una forte motivazione per farlo in quanto le forze armate devono essere sempre a disposizione della popolazione, lavorare giorno e notte e, a volte, anche lontano da casa. Dopo questa breve premessa, andiamo a vedere nel dettaglio come sono organizzati.

Non perderti: Concorso INPS 2020: bando, scadenze, profili richiesti 

Concorsi pubblici nell’esercito: VFP1

Il 15 Novembre 2019 è stato pubblicato il Bando del Concorso VFP1 Esercito 2020 che prevede 7.000 posti, divisi in quattro blocchi di incorporamento. La domanda di partecipazione per il 1° blocco poteva essere presentata dal 19 novembre 2019 al 18 dicembre 2019, per il 2° blocco potrà essere presentata dal 24 febbraio 2020 al 24 marzo 2020, per il 3° blocco dal 19 maggio 2020 al 17 giugno 2020 e, infine, per il 4° blocco dal 2 settembre 2020 al 1° ottobre 2020. Come potete vedere voi stessi, siete ancora in tempo per partecipare al concorso per il secondo blocco che scade il 24 marzo; non perdete altro tempo, fate tutto il necessario per partecipare se siete interessati.

Concorsi pubblici nell’esercito: VFP4

Il Bando del Concorso VFP4 2020 (Esercito, Marina, Aeronautica) è stato pubblicato il 25 Febbraio 2020. Il Concorso prevede 2.185 posti, di cui 1.224 nell’Esercito, 494 in Marina e 467 in Aeronautica. Possono partecipare al Concorso VFP4 2020 i volontari in ferma prefissata di un anno (VFP1) in servizio, anche in rafferma annuale, o in congedo per fine ferma, incorporati con i blocchi 2019 o precedenti. I requisiti sono:

  • Età compresa tra i 18 anni compiuti e i 30 anni non compiuti,
  • diploma di istruzione secondaria di primo grado (licenza media).

Per avere maggiori informazioni consultate la gazzetta ufficiale e troverete le risposte alle vostre domande.